Ultimo aggiornamento mercoledì 26 Feb 2020 12:33
Search

Minaccia e picchia madre e coetanea: arrestato 17enne

Avrebbe minacciato e picchiato sua madre e una sua coetanea: questi gli episodi dei quali si sarebbe reso protagonista un 17enne arrestato dai carabinieri.
Il minore è stato tratto in arresto giovedì mattina, 16 gennaio, da parte dei militari della Stazione di Pescara Principale, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale per i Minorenni dell’Aquila.

Il giovanissimo dovrà rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e atti persecutori.
La misura nei confronti del 17enne è stata richiesta dalla Procura della Repubblica per i Minorenni dell’Aquila in seguito alle indagini condotte dai carabinieri.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Stando a quanto emerso nel corso di queste ultime il giovanissimo, tra i mesi di settembre e dicembre dell’anno appena trascorso avrebbe, in più occasioni (in base a quanto appurato dai militari):

minacciato di morte, molestato (tramite continui pedinamenti e controllandole il telefono cellulare) e picchiato una sua coetanea con la quale intratteneva una relazione sentimentale. In un’occasione la giovanissima sarebbe stata costretta a ricorrere alle cure mediche al pronto soccorso per delle lesioni giudicate guaribili in 7 giorni;

minacciato di morte e picchiato (costringendola in un’occasione a ricorrere alle cure mediche al pronto soccorso per lesioni giudicate guaribili in 5 giorni) la propria madre. A quest’ultima il giovanissimo avrebbe provocato, come specificato dai carabinieri, “un perdurante stato di paura ed ansia al punto da costringerla a modificare proprie abitudini personali”.

Il 17enne, alla luce delle scoperte fatte e dell’ordinanza emessa, è stato condotto all’Istituto Penale maschile e femminile per minorenni di Roma.