Ultimo aggiornamento sabato 17 Nov 2018 11:51
Search

Abbandono rifiuti Montesilvano, ecco come segnalare su WhatsApp “l’incivile”: numero e dettagli

Segnalare chi abbandona rifiuti tramite WhatsApp a Montesilvano: questo il nuovo servizio appena lanciato nella città adriatica per contrastare l’abbandono di rifiuti.
L’iniziativa tramite la nota app per smartphone è stata lanciata dall’amministrazione del sindaco Francesco Maragno in collaborazione con Formula Ambiente e Sapi.

L’iniziativa prende il nome di “Segnala l’incivile”, e permette ai cittadini di segnalare eventuali abbandoni di rifiuti tramite la nota app di messaggistica istantanea per smartphone.
Ecco come funziona:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Il cittadino, attraverso WhatsApp (al numero 345 5938295), potrà segnalare l’abbandono di rifiuti, indicando il luogo (tramite la geolocalizzazione collegata all’applicazione).
La segnalazione verrà raccolta da Formula Ambiente e Sapi, che provvederanno a ripulire l’area e a inoltrare la comunicazione alla polizia locale, che eseguirà tutti gli accertamenti necessari per individuare il responsabile.

Dal Comune fanno inoltre sapere che il numero WhatsApp in questione,

gestito da Formula Ambiente e Sapi, sarà abilitato esclusivamente alla ricezione di segnalazioni relative a comportamenti incivili nell’ambito ambientale o alla presenza di rifiuti abbandonati. Ogni altra richiesta non verrà presa in carico. Inviando la sua segnalazione, il cittadino accetta anche di essere ricontattato dalla Polizia Locale o da Formula Ambiente per fornire ulteriori informazioni in merito, esclusivamente, alla segnalazione inviata. I messaggi che conterranno linguaggio inappropriato, toni minacciosi, violenti, con contenuti a carattere osceno, pornografico o pedopornografico, discriminatori, illeciti o di incitamento a compiere attività illecite, che mirano a promuovere attività commerciali e con finalità di lucro o hanno un contenuto politico/propagandistico, non verranno presi in considerazione. Formula Ambiente si riserva il diritto di bloccare l’utente per impedire ulteriori interventi.

Questo il commento del sindaco Francesco Maragno sulla nuova iniziativa:

«Abbiamo voluto introdurre un nuovo strumento per contrastare l’inciviltà che purtroppo spesso ci troviamo a fronteggiare, che danneggia l’ambiente in cui viviamo, l’immagine della città e incide sulle stesse tasche dei cittadini, facendo aumentare i costi del servizio. Abbiamo deciso di avvalerci della collaborazione dei cittadini che nella loro quotidianità possono diventare delle vere sentinelle dell’ambiente. Invitiamo quindi tutti quanti dovessero assistere a episodi di inciviltà ambientale, sorprendendo qualcuno che abbandona i rifiuti senza rispettare le regole, a segnalare immediatamente l’accaduto alla ditta Formula Ambiente, usando una app a portata di tutti, come whatsapp. Proseguiamo in questo modo quel percorso che sta portando Montesilvano nella direzione giusta in termini di raccolta differenziata. In questi anni, dalla risoluzione del contratto con la precedente ditta di gestione, abbiamo invertito radicalmente la tendenza, raggiungendo quote di differenziata che hanno superato il 32 per cento su tutto il territorio e raggiunto punte superiori al 75 per cento a Montesilvano colle. Abbiamo installato un’isola ecologica attiva 24 su 24 e costruito un centro di raccolta che dalla sua apertura a oggi ha registrato 800 utenti. Presto realizzeremo un centro del riuso e poi un secondo centro di raccolta. Ciò che i nostri concittadini devono sapere e comprendere è che non ci sono davvero più alibi per non rispettare la città».

Queste le parole di Nicola della Corina di Formula Ambiente, Sapi

«Come sempre mettiamo a disposizione il nostro lavoro e le tecnologie più diffuse per il rispetto dell’ambiente. Ora le segnalazioni possono essere fatte al numero verde 800.195.315 (per chi chiama da rete fissa), allo 085.8620460 (per chi chiama da cellulare), via mail a montesilvano@formulambiente.it e, da oggi, anche via whatsapp al 345.59.38.295. Un nostro operatore prenderà la segnalazione, organizzerà l’intervento e segnalerà il fatto alla Polizia Locale che si occuperà di individuare il responsabile».

Le dichiarazioni dell’assessore alla polizia locale, Valter Cozzi:

«Questo nuovo servizio si aggiunge all’iniziativa che abbiamo introdotto nel marzo 2016, installando sul territorio 8 fototrappole, collocate, periodicamente in punti sensibili della città, spesso oggetto di abbandono di rifiuti. Da allora fino a settembre 2018 sono state elevate 260 sanzioni per un ammontare di oltre 37.000 euro».

Queste le parole del tenente Nino Carletti:

«Utilizzando la collaborazione dei cittadini possiamo potenziare ancora di più l’azione di contrasto all’abbandono dei rifiuti che già conduciamo quotidianamente. L’obiettivo con questo progetto è quello di partire dalle segnalazioni dei cittadini stessi, per effettuare un’attività di indagine e individuare il responsabile di questi abbandoni selvaggi».