Ultimo aggiornamento sabato 22 Feb 2020 11:25
Search

Fla 2019 corsi, il programma: giorni, orari e prezzi workshop

Fla 2019, i corsi: il programma dei workshop con giorni, orari e prezzi.
Ufficializzati i corsi organizzati dal Festival di Libri e Altrecose di quest’anno a Pescara (per le date del festival clicca QUI ).

Nello specifico durante il Fla si terranno i seguenti appuntamenti dedicati alla formazione:

Inserisci il tuo codice AdSense qui
  • 3 workshop della Scuola Holden
  • Il podcast spiegato bene
  • Fare radio

I singoli appuntamenti hanno un costo, ma il prezzo sarà scontato del 50% per i possessori del Fullpass (per i dettagli su come ottenere il Fullpass clicca QUI).
Partendo dalla Scuola Holden, fondata da Alessandro Baricco, le lezioni frontali in calendario per il 2019 sono dedicate alla voce, all’autofiction e al conflitto.
Qui di seguito programma, ospiti, prezzi e dettagli dei 3 workshop:

  • Venerdì 8 novembre
    ore 16, Sala Favetta Museo delle Genti d’Abruzzo
    CRISTIANO CAVINA – L’AUTOFICTION
    (20 euro o 10 euro per i possessori del fullpass, biglietti su CiaoTickets)
    L’Autofiction. Dalle memorie familiari al reportage, il lato epico, drammatico, comico della vita quotidiana. Trucchi pratici e suggerimenti per raccontare le storie in cui il protagonista (o uno dei protagonisti) siamo noi.
  • Sabato 9 novembre
    ore 16, Sala Favetta Museo delle Genti d’Abruzzo
    ENRICO GENTINA – LA VOCE
    (20 euro o 10 euro per i possessori del fullpass, biglietti su CiaoTickets)
    la Voce. Ti è mai capitato di ascoltare la tua voce registrata? L’effetto è quasi sempre straniante: non pensiamo sia quella la nostra voce, eppure è quello il suono che gli altri sentono. Il problema è non conoscerlo.
    Questo laboratorio di due ore sarà dedicato a esplorare lo strumento di comunicazione che usiamo di più e che, troppo spesso, è anche quello più sconosciuto.
    La nostra voce racconta chi siamo indipendentemente dalle parole che usiamo, dice in che relazione siamo con noi stessi, con il nostro corpo e con ciò che stiamo dicendo. Conoscere il “nostro strumento” è fondamentale nelle relazioni umane, sia personali che lavorative. Trovare la voce che è più “nostra”, che più ci assomiglia, è l’obiettivo di questo laboratorio.
    Da cosa partiremo? Come in ogni lavoro di approfondimento, dalla consapevolezza.
  • Domenica 10 novembre
    ore 16, Sala Favetta Museo delle Genti d’Abruzzo
    GIUSEPPE MAZZA – IL CONFLITTO
    (20 euro o 10 euro per i possessori del fullpass, biglietti su CiaoTickets)
    Il Conflitto. E se il conflitto avviene tra i marchi? Con quali armi ci si scontra, sulla pubblica piazza della comunicazione? Viaggeremo tra pubblicità e media di ieri e di oggi, tra video e immagini. Per scoprire che le grandi sfide nascono nel cuore e nella mente di chi comunica.

Gli utenti possessori del fullpass potranno usufruire dello sconto utilizzando, in fase di prenotazione, il codice ricevuto sull’email al momento dell’acquisto del Fullpass.
Inoltre la singola lezione ha un costo di20 euro, ma frequentandone 3, l’ultimo corso costa solamente 10 euro. Sarà possibile iscriversi in loco fino a esaurimento posti.

Passando invece agli altri due eventi dedicati alla formazione durante il Fla 2019, ecco tutte le informazioni:

  • Sabato 9 novembre
    ore 9:30-13:30 Sala Favetta Museo delle Genti d’Abruzzo:
    Il podcast spiegato bene e come farne uno – con Francesco Costa e Luca Misculin
    (25 euro o 12,50 euro per i possessori del fullpass, biglietti su CiaoTickets)
    Un workshop del Post
    -Francesco Costa è vicedirettore del Post e autore da alcuni anni del podcast “Da Costa a Costa”, estensione della newsletter omonima sulla politica americana che ha ottenuto grandi popolarità, premi e riconoscimenti. Nel 2019 è stato anche autore di “Milano, Europa”, un podcast in sei episodi sul cambiamento di Milano e sul suo futuro.
    -Luca Misculin, giornalista del Post, è responsabile della sezione “Konrad” dedicata all’Unione Europea e dei podcast relativi.
  • Domenica 10 novembre
    ore 9:30-13:30 Sala Favetta Museo delle Genti d’Abruzzo
    Fare radio per esprimersi e comunicare – con Paola De Simone
    (15 euro o 7,50 euro per i possessori del fullpass, biglietti su CiaoTickets)
    La radio è innanzitutto un mezzo di comunicazione attraverso il quale intrattenere, veicolare informazioni o più semplicemente diffondere musica. Ma la radio è, per molti, anche una forma di espressione personale, un mezzo per liberare se stessi attraverso la comunicazione, ed è in questa dimensione che ci addentreremo all’interno del nostro incontro, andando alla scoperta delle tante possibilità e relativi linguaggi che la radio offre. Un breve percorso che ci permetterà di capire meglio se, e quanto, questa forma espressiva ci somigli e ci appartenga.
    -Paola De Simone
    Nata a Pescara nel 1972, è laureata in Storia e Filosofia (con lode) e diplomata in Giornalismo Medico Scientifico (con lode). È iscritta all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 2004 e attualmente realizza documentari per InBlu Radio (stesso gruppo editoriale dell’emittente televisiva TV2000 e del quotidiano Avvenire). Il programma da lei ideato, curato e prodotto, si intitola I Giorni e la Storia e va in onda quotidianamente. Fino al 2017 ha lavorato in ambito musicale, in qualità di critico e giornalista, scrivendo per diverse testate: da Rockol a MusicaItaliana.com, fino a PopOn, portale di cui è stata editrice e direttrice dal 2008 al 2012. Diversi suoi articoli sono presenti anche nel blog che ha curato sulle pagine dell’Huffington Post. Nel 2007 ha inoltre collaborato con Radio2 Rai alla conduzione del programma Due di notte.
    In campo editoriale ha pubblicato Odio l’estate; (Donzelli, 2010) dedicato a Bruno Martino, con la prefazione di Vinicio Capossela. Ha inoltre preso parte alla stesura de Il grande dizionario della canzone italiana, curato da Dario Salvatori, e del Dizionario completo della canzone italiana, a cura di Enrico Deregibus. Nel novembre 2007 ha pubblicato per Manni Editori un libro scritto a quattro mani con Dario Salvatori, intitolato Che canti! Il mito di Ernesto Guevara nella musica. Ha maturato anche esperienza come presentatrice (tra i tanti eventi: un concerto italiano di Gloria Gaynor e il primo concerto virtuale su Second Life).