Ultimo aggiornamento lunedì 11 Nov 2019 23:27
Search

Controlli polizia in stazione in Abruzzo, il bilancio: uomo sorpreso con coltello e giovane con daspo urbano

Controlli della polizia ferroviaria nelle stazioni: il bilancio.
Nelle giornate di mercoledì 26 e giovedì 27 giugno, gli uomini della polizia del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo di Ancona hanno eseguito controlli straordinari nell’ambito dell’operazione Rail Action Day Active Shield.

Questo, nei numeri, il bilancio dei controlli:

Inserisci il tuo codice AdSense qui
  • 312 persone identificate,
  • 96 bagagli controllati,
  • 87 treni controllati,
  • 40 stazioni controllate,
  • 94 operatori impiegati.

L’operazione si è svolta in contemporanea in 17 paesi dell’Unione Europea, con l’obiettivo di effettuare controlli preventivi a viaggiatori e relativi bagagli presenti a bordo dei treni, in particolare a lunga percorrenza.
Le operazioni sono state condotte, a seconda dei casi, con l’ausilio di unità cinofile della polizia,metal detector e smartphone di ultima generazione (per verificare i documenti elettronici in tempo reale).

Per quanto riguarda le scoperte fatte, un uomo è stato denunciato per possesso ingiustificato di armi e oggetti atti a offendere alla stazione di Avezzano.
I poliziotti lo hanno visto aggirarsi in maniera sospetta nella zona del parcheggio della stazione. Sottoposto a controllo, è stato trovato in possesso di:

  • un coltello con una lama di 7 centimetri
  • una chiave esagonale in acciaio.

Nella stessa stazione (Avezzano), un 35enne italiano è stato sottoposto al cosiddetto “daspo urbano”. Secondo quanto riferito dalla polizia l’uomo, con la propria condotta, avrebbe limitato la libera accessibilità e fruizione di infrastrutture di trasporto. Alla luce di ciò il 35enne è stato allontanato dalla stazione per 48 ore.