Ultimo aggiornamento domenica 12 Lug 2020 18:23
Search

Reati commessi in calo nei primi 3 mesi del 2016 e arriva il sistema Mercurio

Parte bene il 2016 in provincia di Pescara riguardo al numero dei reati commessi che, considerando i primi 3 mesi dell’anno (gennaio-febbraio-marzo), registrano un calo complessivo del 22,63 per cento considerando l’intero territorio provinciale e del 20,55 per cento prendendo in esame la sola città di Pescara.

I delitti in totale denunciati in provincia passano da 4.016 dello stesso periodo del 2015 a 3.107 di quest’anno. In città invece il calo è da 2.438 a 1.937.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

A livello provinciale quasi tutti i reati fanno registrare segni negativi, tranne questi:

  • borseggi (+6,25%);
  • furti in esercizi commerciali (+26,09%);
  • rapine in abitazione (+33,33%);
  • rapine in esercizi commerciali (+66,67%);
  • usura (200%).

I cali più netti riguardano:

  • furti di automobili (-38,78%);
  • furti nelle auto in sosta (-36,21%);
  • rapine in strada (-60%).

Questi invece i reati in aumento nella città di Pescara:

  • borseggi (+5,48%);
  • furti in esercizi commerciali (+46,43%);
  • rapine in esercizi commerciali (+20%);
  • usura (+200%);
  • incendi (+200%).

Tra i reati con la diminuzione più netta troviamo:

  • violenze sessuali (-80%);
  • rapine in strada (-63,64%).

Questa mattina è stato invece presentato un nuovo strumento, il Sistema Mercurio, che consentirà di avere un maggiore controllo del territorio e quasi sicuramente un sostegno concreto all’ulteriore diminuzione dei reati commessi. Grazie a questo progetto le pattuglie della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine della polizia sono state dotate di tablet che le trasformano in veri e propri uffici mobili con la possibilità di ottenere in tempo reale informazioni su persone e veicoli.

Tra le attività che permetterà di eseguire c’è il controllo fino a 60 targhe di veicoli in un solo minuto grazie a un controllo automatizzato che sarà installato nel giro di qualche mese. In sostanza gli agenti di polizia non dovranno più passare tramite la centrale operativa per ottenere informazioni e questo garantirà una maggiore sicurezza agli agenti stessi e un servizio più rapido ed efficace ai cittadini.

A presentare il nuovo sistema il Questore Paolo Passamonti, il prefetto Francesco Provolo, Maurizio Vallone, direttore Settore Servizio del Territorio, Giuseppe Volpe, direttore della scuola Controllo del Territorio e Daniele Sebastiani, presidente del Delfino Pescara che ha sponsorizzato l’acquisto dei tablet.