Ultimo aggiornamento sabato 04 Lug 2020 18:49
Search

Ordinanza Regione Abruzzo n. 62 su approvazione Protocolli Sicurezza riaperture e misure: il testo

Ordinanza Regione Abruzzo n. 62 su approvazione Protocolli Sicurezza riaperture e misure: il testo.
Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, nella giornata di mercoledì 20 maggio ha firmato una nuova ordinanza avente per oggetto “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus COVID-19. – Ulteriori disposizioni. – Approvazione Protocolli di Sicurezza”.

Di seguito il testo dell’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo n. 62 del 20/05/2020 e, a seguire, il link all’allegato dell’ordinanza, nel quale sono presenti tutti i protocolli di sicurezza:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

ORDINA

1. sono approvati i Protocolli di Sicurezza allegati alla presente, che ne formano parte integrante e sostanziale, come di seguito elencati (secondo il numero di sezione del documento che li contiene):
1. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività di ristorazione e bar
2. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività di produzione, commercializzazione e somministrazione di alimenti
3. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività ricreative di balneazione e in spiaggia.
4. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività ricettive alberghiere ed extralberghiere.
5. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle strutture ricettive all’aria aperta, campeggi e villaggi turistici.
6. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività dei rifugi di cui alla L.R. n. 75/1995 ss.mm.ii.
7. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività degli agriturismi di cui alla L.R. 31 luglio 2012, n. 38.
8. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle Autoscuole, Centri di Istruzione, Automobilistica, Scuole Nautiche e Studi di Consulenza Automobilistica.
9. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività commerciali su aree pubbliche (mercati – fiere – posteggi isolati  – commercio itinerante).
10. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività commerciali in sede fissa.
11. Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività di acconciatore, estetista e tatuatore/piercer.
12. Protocollo di sicurezza per sanificazione degli impianti aeraulici per la climatizzazione degli ambienti.
13. Protocollo di sicurezza per le attività all’aria aperta, pesca amatoriale, allenamento e addestramento cani e cavalli, svolgimento in forma amatoriale di attività forestali.
14. Protocollo di sicurezza per le attività di raccolta di funghi, tartufi ed erbe e frutti spontanei, nonché di caccia.
15. Protocollo di sicurezza per i trasporti e la logistica.
16. Protocollo di sicurezza per le attività sportive e motorie.

2. sono consentite le attività economiche, produttive e sociali contemplate negli allegati Protocolli di Sicurezza, nel rispetto delle condizioni ivi contenute;

3. sono in ogni caso sospese le attività di centri benessere, centri termali (fatta eccezione che per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali e centri sociali, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, sale ballo anche per corsi, discoteche, parchi divertimento e assimilati;

4. sono consentite le professioni della montagna, di cui alla L.R. n. 86/1998 e alla L.R. n. 25/2004, anche per assicurare il soccorso e la sicurezza, e il soccorso speleologico, compreso lo svolgimento delle relative attività formative all’aria aperta, finalizzate all’abilitazione dell’esercizio della professione e all’aggiornamento professionale. Tali attività si svolgono, nelle more dell’approvazione di specifico protocollo o di linee di indirizzo, nel rispetto delle Linee Guida relative alle attività più affini e comunque nel rispetto dell’obbligo di distanziamento di almeno 1 metro tra le persone e delle prescrizioni dell’allegato n. 16 del DPCM 17 maggio 2020;

5. che i soggetti che erogano le attività formative, accreditate e non, nonché coloro che realizzano prevalentemente attività rivolte ai minori, ove non altrimenti eseguibili se non in presenza (in via esemplificativa, ma non esaustiva: formazione professionale, doposcuola, scuole di lingue, di informatica, di musica), sono autorizzati ad eseguire/far eseguire gli interventi necessari alla predisposizione delle misure di prevenzione e contenimento del contagio finalizzati al prossimo riavvio delle attività stesse;

6. le attività non specificamente sospese dalle disposizioni statali e regionali a partire dal 18 maggio 2020, e non indicate nelle Linee Guida adottate a livello nazionale con il DPCM 17 maggio 2020 e nei Protocolli di Sicurezza approvati con la presente, si svolgono nel rispetto delle Linee Guida relative alle attività più affini e comunque nel rispetto dell’obbligo di distanziamento di un metro tra le persone e delle prescrizioni dell’allegato n. 16 del DPCM 17 maggio 2020;

7. sono superate, con l’emanazione della presente Ordinanza, le Ordinanze richiamate in premessa e di seguito elencate:
O.P.G.R. n. 36 del 13.04.2020
Nuove misure recanti misure ambientali e demaniali.
O.P.G.R. n. 42 del 20.04.2020
Nuove disposizioni recanti misure urgenti per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 – Disposizioni relative alla sanificazione degli impianti aeraulici per la climatizzazione degli ambienti.
O.P.G.R. n. 50 del 30.04.2020
Emergenza COVID 19. Disposizioni in materia di toelettatura animali da compagnia, attività all’aria aperta, pesca amatoriale, allenamento e addestramento cani e cavalli, svolgimento in forma amatoriale di attività forestali, asporto per attività di ristorazione con servizio Drive, “seconde case”, spostamenti e cimiteri.
O.P.G.R. n. 52 del 30.04.2020
Emergenza COVID 19. Disposizioni in materia di disciplina dell’attività sportiva individuale; apertura fiorai e vivai il 3 e 10 maggio; deroga per le feste patronali dei comuni di Bellante e Ortona; precisazioni impianti di sanificazione.
O.P.G.R. n. 56 del 06.05.2020
Nuove disposizioni recanti misure urgenti per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Disposizioni per esercizi commerciali, attività artigiane, mercati, acconciatori, estetisti, tatuatori/piercer e centri benessere, manutenzione camper.
O.P.G.R. n. 57 del 06.05.2020
Emergenza COVID 19. Disposizioni in materia di caccia di selezione, raccolta di funghi e tartufi.
O.P.G.R. n. 58 del 12.05.2020
Emergenza COVID-19. Organizzazione servizi di trasporto pubblico nella Fase 2.
O.P.G.R. n. 59 del 14.05.2020
Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus Covid-19. Disposizioni per la riapertura di specifiche attività a far data dal 18 maggio 2020. Ulteriori disposizioni e chiarimenti relativi all’Ordinanza n. 56 del 6 maggio 2020.

8. per le attività economiche, produttive e sociali non contemplate dalla presente Ordinanza trovano applicazione i Protocolli o le Linee Guida adottati a livello nazionale con il DPCM 17 maggio 2020;

9. la presente Ordinanza è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti territorialmente competenti e al Dipartimento Protezione Civile regionale;

10. la presente Ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge. La presente Ordinanza sarà pubblicata, altresì, sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.

ALLEGATI:

Allegato – Protocolli di sicurezza #abruzzosicura
Protocolli di sicurezza previsti dall’Art. 1, Comma 14, D.L. 16 maggio 2020, n. 33 – clicca su QUESTO LINK