Ultimo aggiornamento giovedì 19 Set 2019 17:40
Search

Qualità dell’aria a Montesilvano, il Comune chiede più centraline di rilevamento

Un numero maggiore di centraline per il rilevamento della qualità dell’aria di Montesilvano. Questa la richiesta che fa il sindaco Francesco Maragno al sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Mario Mazzocca.

Secondo il primo cittadino, Montesilvano che ha ormai raggiunto i 53.700 abitanti (che aumentano nei mesi estivi) con un’estensione di 24 chilometri quadrati, ha bisogno di un capillare e accurato rilevamento della qualità dell’aria per evitare che salga il livello dello smog.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Allo stato attuale invece a Montesilvano c’è una sola centralina fissa di rilevamento, gestita dall’Arta, e posizionata nella zona nord della città, nelle vicinanze del confine con Città Sant’Angelo.

La richiesta di Maragno deriva dal fatto che, dopo un 2015 positivo sotto il profilo dello smog e dell’inquinamento atmosferico, nei primi 15 giorni dell’anno nuovo si è registrato un superamento del valore delle polveri sottili.

Queste le parole del sindaco di Montesilvano:

«Crediamo essenziale, per la tutela della salute dei montesilvanesi e di quanti vivono il nostro territorio, monitorare in maniera più precisa la qualità dell’aria nelle diverse zone della città. Ecco perché abbiamo inoltrato una richiesta alla Regione, così da incrementare il numero delle centraline, soprattutto su quelle zone dove il traffico veicolare è particolarmente concentrato e i livelli degli inquinanti potrebbero quindi risultare superiori ai limiti di legge».