Ultimo aggiornamento lunedì 01 Giu 2020 14:47
Search

Stadio Adriatico riapre per attività sport agonistici: misure, orari, prescrizioni e dettagli

Stadio Adriatico riapre per attività sport agonistici: le misure gli orari, le prescrizioni e i dettagli.
Lo stadio Adriatico-Cornacchia, come annunciato dal Comune di Pescara, è pronto alla riapertura per consentire la ripresa delle attività degli sport agonistici a partire da lunedì prossimo, 25 maggio.

A dare l’annuncio in tal senso è stato l’assessore allo Sport del Comune di Pescara, Patrizia Martelli.
L’assessore, nel confermare la riapertura dell’impianto nella zona sud di Pescara ha anche fornito i dettagli sulle misure che verranno adottate (in base anche ai protocolli previsti per contrastare la diffusione o il contagio da Covid 19).

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Ecco, a tal proposito, tutte le informazioni fornite dall’assessore allo Sport:

«Abbiamo predisposto l’apposita segnaletica, con apertura dall’ingresso Maratona, delimitando con paletti e catena pvc le zone di sicurezza e il percorso obbligato. È stato previsto un registro d’accesso all’impianto da conservare per 14 giorni, contenente i nominativi degli atleti e delle società, e in ogni caso chi entrerà sarà sottoposto a controllo della temperatura. Ogni società dovrà inviare almeno 2 giorni prima dell’inizio delle attività un’autocertificazione che garantisca che l’atleta tesserato non è positivo, non manifesta sintomi che possano dare adito al possibile contagio (febbre, raffreddore, patologie respiratore etc.), e non è stato in contatto con stretti casi accertati, sospetti o ad alto rischio, o persone affette. Due volontari della Protezione civile saranno di supporto durante l’orario di apertura 14.30-20.00. Prima dell’ingresso della pista, ben visibili, abbiamo posizionato le colonnine per la disinfezione delle mani. Ovviamente, in pieno rispetto del protocollo di sicurezza, è vietato l’utilizzo di spogliatoi e docce. Va infine ricordato che ogni associazione deve indicare un responsabile Covid».