Ultimo aggiornamento venerdì 22 Nov 2019 15:17
Search

Fla Pescara, programma eventi, ospiti e orari 10 novembre 2019

Fla Pescara, il programma degli eventi, gli ospiti e gli orari del 10 novembre 2019.
Il cartellone completo della giornata di domenica del Festival di Libri e Altrecose, quarto e ultimo appuntamento dell’edizione di quest’anno (per il programma completo con tutti gli ospiti e gli eventi del Fla 2019 clicca QUI).

Tra gli ospiti principali della giornata conclusiva del Fla 2019 figurano Enrico Vanzina, Rosella Postorino, Matteo Caccia e Marianna Aprile, oltre a Saverio Raimondo e Antonio Pascale. Questi sono solamente alcuni degli appuntamenti del 10 novembre. La quarta e ultima giornata del Festival di Libri e Altrecose prevede infatti un nuovo programma ricco di incontri, reading, appuntamenti, workshop, interviste e tanto altro. Ecco qui di seguito il programma completo degli eventi di domenica 10 novembre del Fla:

Inserisci il tuo codice AdSense qui
  • Ore 9,30
    Gli appuntamenti del quarto e ultimo giorno del “FLA – Festival di Libri e Altrecose” iniziano fin dal mattino con il workshop, nella sala Favetta del Museo delle Genti con la docente e musicologa Paola De Simone su “Fare radio per esprimersi e comunicare” (prezzo 15 euro).
  • Ore 10
    Si prosegue al Circolo Aternino con la sezione “Abruzzo L.O.C.”: nella sala azzurra Leda Panzone Natale presenta il libro “Vita da cani” mentre nella sala fucsia Benedetta Pitocco racconta “La mia Penisola felice”.
    Al Museo delle Genti spazio al laboratorio per bambini da 4 a 11 anni su “Spezie e spazi” nell’ambito della sezione “Kids” (prezzo 10 euro).
  • Ore 11
    La scrittrice Rosella Postorino, già autrice del bestseller internazionale “Le assaggiatrici” (Feltrinelli) e vincitrice del premio Campiello, racconta a Jenny Pacini e al pubblico dell’Auditorium Petruzzi la grande avventura di Tina, la bimba intraprendente e coraggiosa protagonista del suo primo romanzo per ragazzi “Tutti giù per aria” (Salani), un racconto che insegna ad accogliere la diversità come un’inattesa ricchezza.
    Al Caffè Letterario spazio alla rassegna stampa del mattino con Luca Sofri e con la redazione del Post che commenta i quotidiani del giorno e le notizie principali.
    La “Storia culturale della canzone italiana” esposta da Jacopo Tomatis, autore, musicologo, giornalista e insegnante di Popular music al Dams di Torino, è al centro dell’incontro al Circolo Aternino (sala azzurra) con Fabio Ciminiera nell’ambito della sezione “Playlist”. Per “Abruzzo L.O.C.” al Museo del Gusto Cinzia Bomoll presenta “Cuori a spigoli” e al Circolo Aternino (sala fucsia) Felicita Romano racconta “La favola di Puccino e Luppina: gli Aggiustacuori”
  • Ore 12
    All’Auditorium Petruzzi Viola Ardone, intervistata da Ludovica Lugli, racconta il suo libro “Il treno dei bambini”, l’epopea dell’Italia un’Italia che si rialza dalla guerra vista dagli occhi di un bimbo che da Napoli è costretto ad andare da una famiglia del Nord.
    Nell’ambito di “Abruzzo L.O.C.” al Circolo Aternino (sala fucsia) con “Abruzzo Stars & Stripes” Generoso D’Agnese, Geremia Mancini e Dom Serafini narrano alcune delle 148 testimonianze, raccolte in due volumi, di abruzzesi emigrati in Usa che viaggiano con passaporto americano ma non rinunciano alle loro origini regionali. Nella sala azzurra, invece, l’imprenditore e formatore, ideatore del Metodo Trasforma Ezio Angelozzi, in “Lo stipendio nuoce gravemente alla felicità” snocciola la sua ricetta per la completa realizzazione. Al Museo del Gusto spazio a Valentina Sordoni con “Il giovane Leopardi, la chimica e la storia naturale”
  • Ore 15
    Per la sezione “Fumetto” al Circolo Aternino (sala fucsia) c’è il laboratorio gratuito KIDS con GUNI a cura del sulmonese Tauro, al secolo Antonio Silvestri, e della pescarese Chiara “Karicola” Colagrande. In contemporanea, nella sala azzurra, Francesco Maria Cannatà illustra il suo volume “Nel cuore d’Europa. Russia e Germania dalla nota di Stalin ai Governi Merkel” (“Abruzzo L.O.C.”).
  • Ore 16
    Nella sala Favetta del Museo delle Genti l’ultima delle lezioni firmate dalla Scuola Holden, fondata da Alessandro Baricco, con Giuseppe Mazza su “Il conflitto” (prezzo 20 euro).
    Tre le presentazioni di “Abruzzo L.O.C.”: al Museo del Gusto Beniamino Cardines porta “Le avventure di plastica”, a Casa D’Annunzio Vito Marcuzzo illustra “Gloria e solitudine” e al Circolo Aternino (sala azzurra) Giuseppe Lupo racconta la “Breve storia del mio silenzio”.
    Nell’ambito di “Prisma italiano” al Bagno Borbonico Luigi Di Gregorio discute con Massimiliano Panarari e Salvatore Santangelo del suo libro “La nostra democrazia ha la febbre alta”.
  • Ore 16,30
    Spazio alle delizie culinarie e alla contaminazione fra tradizione gastronomica abruzzese e ingredienti esotici con il laboratorio per bambini dai 4 agli 11 anni al Museo delle Genti “Gabriella garofano e cannella” (sezione “Kids”, prezzo 10 euro).
  • Ore 17
    Al teatro Massimo Antonio Pascale nel suo reading “Da Pinocchio a Masterchef”, ossia dalla fame all’abbondanza, racchiude la storia del mondo in due semplici e chiari passaggi. L’incontro è organizzato dal FLA in collaborazione con Deco.
    All’Auditorium Petruzzi l’autrice Marianna Aprile indaga con Davide De Luca il difficile e problematico rapporto fra donne e politica racchiuso fra le pagine di “Il grande inganno-First lady, nemiche perfette ed eroine silenti. Così la politica nasconde le donne” (Piemme).
    Al Bagno Borbonico Simone Pacini racconta il teatro sulla Francigena, il diario di bordo del laboratorio itinerante realizzato dal Teatro Metastasio Stabile della Toscana e dal Théàtre École d’Aquitaine, con la partecipazione di allievi-attori delle rispettive scuole, in alternanza tra teatro e momenti di trekking tra la via Francigena toscana e la regione della Lot-et-Garonne in Francia, passando dalla Corsica e da Marsiglia, Capitale della Cultura 2013. L’incontro è in collaborazione con Fattiditeatro e Ateliermatta, con Monica Ciarcelluti.
    A Casa D’Annunzio la giornalista Yamina Oudai Celso con “Gli angusti limiti del politicamente corretto” approfondisce assieme a Filippo La Porta i limiti e gli steccati del dibattito intellettuale contemporaneo. Rientra tra gli eventi speciali del FLA anche l’appuntamento “Raccontare a voce” al Museo del Gusto con Fabio Ragazzo, Matteo Caccia e Francesco Costa, in collaborazione con Amazon Audible.
    Per “Abruzzo L.O.C.” al Circolo Aternino (sala fucsia) Elsa Flacco presenta “Giuseppe Dell’Orefice. Un canto interrotto sulla scena napoletana dell’Ottocento”. Per “Prisma Italiano” invece, sempre all’Aternino ma nella sala azzurra il rettore dell’università Luiss “Guido Carli” di Roma Andrea Prencipe illustra con Massimiliano Panarari “Il futuro dell’alta formazione. Tra innovazione, internazionalizzazione e rottura dei recinti disciplinari”.
  • Ore 17,30
    Allo Spazio Matta l’umorismo di Saverio Raimondo nell’epistolario comico “Io esisto. Babbo Natale vuota il sacco” con Stefano Vizio per la sezione Satyricom. Il punto di osservazione è quello di Babbo Natale che finalmente risponde in maniera secca e pungente a tutte le lettere ricevute. Quest’anno ha deciso di non portare regali: sempre meno bambini credono in lui (complice anche l’e-commerce) e poi le sue ripetute violazioni dello spazio aereo non sono più tollerate da organi militari e sovranazionali, gli animalisti non intendono più soprassedere al suo sfruttamento delle renne e l’ombra del MeToo si allunga anche su di lui e sul suo proverbiale far sedere i bambini sulle ginocchia, comportamento ritenuto inappropriato.
  • Ore 18
    Enrico Vanzina al Teatro Massimo, nell’incontro “Mio fratello Carlo”, che dà il titolo anche al suo nuovo libro, ripercorre la storia del rapporto con il fratello Carlo, una simbiosi durata sessant’anni, fino alla scoperta della malattia che lo ha colpito, portandolo nel giro di un anno alla scomparsa. Nell’incontro, organizzato in collaborazione con Deco, Vanzina è intervistato dal direttore del FLA Vincenzo D’Aquino.
    All’Auditorium Petruzzi con “Portami dove sei nata: un ritorno in Abruzzo, terra di crolli e miracoli” (Bompiani) l’autrice Roberta Scorranese, insieme a Cristina Mosca, compie un viaggio nelle radici tra la campagna e le sue stagioni, i riti ancestrali, le credenze popolari e le storie familiari, tessendo una tela che unisce passato e presente.
    In parallelo al Bagno Borbonico Eleonora Molisani nell’incontro con Alessio Romano e Maura Chiulli racconta il suo romanzo contemporaneo a sei voci “Affetti collaterali” ambientato in una Milano a tratti tenera madre, a tratti algida matrigna, palcoscenico ideale di una vicenda intricata in cui nessuno è totalmente vittima o carnefice.
    Al Circolo Aternino (sala azzurra) Filippo La Porta con “Eretico controvoglia” compie una riscoperta della vita tra giustizia e libertà di Nicola Chiaromonte. Tonio Vinci, Simone Angelini e Marco Taddei sono i protagonisti dell’appuntamento con il fumetto d’autore (sala fucsia) “Enrico e noi, il fumetto d’autore” in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics di Pescara.
    Al Museo del Gusto sono due le presentazioni nell’ambito della sezione “Olis”: Samya Ilaria Di Donato con “Il piccolo libro del lasciare andare” e Marcello Nicodemo con “Una grossa fregatura”. A Casa D’Annunzio Antonio Funiciello in “Spin doctor e consiglieri del principe. Quanto contano i (buoni o cattivi) consigli in politica” discute con Massimiliano Panarari del libro “Il metodo Machiavelli” (Rizzoli), sezione “Prisma italiano”.
  • Ore 18,30
    Nella sala Favetta del Museo delle Genti Mara Mattoscio presenta nell’incontro con Tania Zulli “Corpi affetti. Il Sudafrica di Nadine Gordimer dalla pagina allo schermo” la prima monografia interamente dedicata ad alcuni testi chiave di Nadine Gordimer, premio Nobel per la letteratura nel 1991, e ai relativi adattamenti cinematografici.
  • Ore 19
    All’Auditorium Petruzzi lo scrittore e disegnatore Roberto Recchioni, con Raffaella Massacesi, racconta il suo ultimo graphic novel “RSDIUG. Roma sarà distrutta in un giorno”, pubblicato da Feltrinelli Comics.
    Sono due gli eventi speciali del FLA in contemporanea. Al Circolo Aternino (sala azzurra) Fabio Geda, nell’incontro moderato da Alessio Romano, racconta la storia del suo libro “Una domenica”: una giornata familiare che racchiude un’intera esistenza. A Casa D’Annunzio Espérance Hakuzwimana Ripanti in “E poi basta” espone con Jenny Pacini i temi alla base del suo “manifesto di una donna nera italiana” (People) dopo una vita trascorsa a rispondere alle domande e alle curiosità altrui sulle sue origini, sulla sua pelle e sulle sue opinioni.
    Per “Abruzzo L.O.C.” al Bagno Borbonico Lucilio Santoni presenta “Il mondo che viene. Partitura per cristiani e anarchici” mentre al Circolo Aternino (sala fucsia) Marcello Marciani racconta “Revuçegne rovistamenti”.
    Al Museo del Gusto il giornalista Luca Pompei racconta con Paola De Simone il suo romanzo “Come gli alberi spogliati ad aprile”. Racconta di un giovane e rampante avvocato romano che torna nel paese d’origine dei genitori per disfarsi di tutte le proprietà. Ha con sé suo figlio affetto da disturbi comportamentali. Di contorno le storie e gli aneddoti della comunità locale e sullo sfondo una losca vicenda di corruzione legata alla ricostruzione dell’Aquila.
  • Ore 19,30
    Nella sala Favetta del Museo delle Genti Nicola Perone con Giordano Bruno Guerri e Antimo Amore in “Gabriele D’Annunzio e l’America” racconta la sua lunga ricerca, capillare e attenta, su che cosa pensasse Ernest Hemingway delle gesta e dell’erotismo senza veli del Vate, azioni conosciute attraverso articoli di giornali, riviste e libri.
  • Ore 20
    Tre i libri di “Abruzzo L.O.C.”: al Circolo Aternino (sala fucsia) “Dì solo amore” di Vinicio Trugli; al Bagno Borbonico “Siamo oltre: la verità è nascosta” di Elisabetta Catapane; e al Museo del Gusto “I sorrisi del Laos” di Francis Calsolaro. Per la sezione “Rainbow” Jonathan Bazzi presenta “Febbre”.
  • Ore 21
    L’edizione 2019 del FLA si chiude allo Spazio Matta con “La Piena – Il meccanico dei narcos” di e con Matteo Caccia con musiche di Luca Micheli. Scritto insieme a Mauro Pescio e Giulia Laura Ferrari. Matteo Caccia porta in scena dal vivo l’inizio della storia che compone le 10 puntate della serie “La Piena”, online sulla piattaforma Audible, che racconta uno dei casi più incredibili di narcotraffico avvenuto nel nostro paese. Una storia vera, ma talmente incredibile da sembrare finta. (prezzo 8 euro).
  • LE INIZIATIVE SPECIALI
    Ultimo giorno anche per gli aperitivi letterari, accompagnati da musica dal vivo, in programma tutte le sere del festival dalle 19 in poi al Caffè Letterario, e per i risciò firmati Metamer, che stazionano in piazza Sacro Cuore per condurre gli spettatori da un luogo all’altro del festival.