Ultimo aggiornamento venerdì 21 Set 2018 16:25
Search

Spoltore, palazzina pericolante nel centro storico: vigili del fuoco e sindaco sul posto [FOTO]

Edificio pericolante a Spoltore nel centro storico: intervento e sopralluogo dei vigili del fuoco e del sindaco.
Il primo cittadino, alcuni amministratori, e i vigili del fuoco nella mattinata di oggi, martedì 21 agosto, si sono recati nei pressi di una palazzina pericolante lungo strada Intermedia.

AGGIORNAMENTO: L’ordinanza firmata dal sindaco dopo la relazione dei vigili del fuoco. I dettagli QUI

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Per guardare la galleria di foto clicca sull’immagine qui di seguito:

Nello specifico si tratta di un edificio che sorge al civico 5 di strada Intermedia.
In base all’esito del sopralluogo, si è resa necessaria l’immediata messa in sicurezza della zona.

La situazione dell’edificio in questione, in base a quanto confermato dal sindaco Di Lorito, si sarebbe ulteriormente aggravata in seguito anche alle scosse di terremoto degli ultimi giorni (leggi i dettagli QUI).
A tal proposito il primo cittadino ha anche specificato che

“sicuramente nei prossimi giorni sarà emessa anche una nuova ordinanza risolvere definitivamente questa situazione di pericolo”.

Come accennato nella zona sono intervenuti, oltre al sindaco, agli assessori Stefano Sebastiani e Rino Di Girolamo e ai vigili del fuoco, anche i tecnici del Comune, gli agenti della polizia municipale con il comandante della polizia municipale Panfilo D’Orazio i carabinieri, c’erano gli assessori Stefano Sebastiani e Rino Di Girolamo.

In base ai rilievi effettuati dall’ingegnere Luca Verna e dai vigili del fuoco, come riferito dal Comune, la situazione emersa dalla struttura in questione è la seguente:

crollo parziale del tetto, crollo del solaio interpiano, le pareti di mattoni e pietra gravemente lesionate con potenziale rischio di crollo verso l’esterno. Ad aggravare la situazione c’è inoltre mancanza della copertura, che espone continuamente l’interno della casa agli agenti atmosferici.

L’abitazione pericolante rende quattro abitazioni non più utilizzabili: due perché sono adiacenti alla casa pericolante, altre due perché l’accesso alle abitazioni richiede il passaggio sotto una delle mura a rischio crollo.

Tempestivamente sono stati avvisati anche i gestori dei servizi per interrompere l’erogazione di gas ed energia elettrica: una squadra dei vigili del fuoco è rimasta sul luogo anche nel pomeriggio per accompagnare i residenti a recuperare gli effetti personali.

Adesso il sito andrà attenzionato per una serie di giorni prima di decidere la maniera migliore per risolvere la criticità, in considerazione del fatto che i vigili del fuoco hanno riscontrato la presenza di ulteriore movimento nella struttura anche durante il sopralluogo.

Queste le parole del sindaco Di Lorito:

“L’edificio in questione è già stato interessato da un’ordinanza che ne chiedeva la messa in sicurezza nel 2016, rimasta inattuata. In questi mesi abbiamo tenuto sotto controllo la situazione che è precipitata, evidentemente, anche dopo le scosse di terremoto dei giorni scorsi”.