Search

Sgombero appartamento via Rimini Montesilvano oggi: sul posto carabinieri e polizia locale

Sgombero appartamento via Rimini Montesilvano: sul posto carabinieri e polizia locale.
Questo quanto avvenuto nella mattinata di oggi, mercoledì 16 settembre, in un appartamento di una palazzina Ater nella città adriatica in provincia di Pescara.

L’abitazione era stata occupata da una famiglia con dei figli minori. Secondo quanto riferito dal Comune, dopo una iniziale resistenza gli occupanti avrebbero lasciato volontariamente l’appartamento. 
A tal proposito il sindaco De Martinis avrebbe firmato un’ordinanza per la sistemazione, in via provvisoria, della donna e dei figli minori in una casa famiglia. 

Inserisci il tuo codice AdSense qui

All’operazione hanno preso parte gli agenti della polizia locale del comandante Nicolino Casale, i carabinieri di Montesilvano, diretti dal comandante Camillo Renzetti, una psicologa e un’assistente sociale dell’Azienda speciale e un’ambulanza del 118.
Presenti anche, all’inizio dell’operazione, il sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis, e il consigliere delegato alla Sicurezza e alle Politiche della casa, Marco Forconi.

Queste le parole del primo cittadino montesilvanese:

“Con questa operazione abbiamo ribadito che le regole vanno rispettate. Ringrazio le forze dell’ordine per aver ristabilito ancora una volta la legalità in via Rimini. L’amministrazione comunale sta conducendo una battaglia importante contro le occupazioni abusive degli alloggi popolari. L’appartamento è stato murato e verrà assegnato legittimamente a chi ne avrà diritto. Le utenze abusive sono state prontamente staccate e sigillate dall’Aca e dall’Enel”.

Il commento del consigliere Forconi:

“Grazie alle forze dell’ordine e alla disposizione del magistrato è stata sanata l’unica occupazione abusiva subita dalla nostra amministrazione comunale, superando anche il blocco degli sfratti voluto dal governo Conte. Grande soddisfazione è stata espressa anche dai residenti di via Rimini, che hanno riacquistato la fiducia nei confronti della giustizia e delle istituzioni. Proseguiremo azioni ancora più incisive anche nelle prossime settimane”.