Ultimo aggiornamento sabato 11 Lug 2020 12:26
Search

Indagini statiche per sede Asl Spoltore, “deficit strutturali” emersi da controlli

Indagini e analisi strutturali in arrivo per la sede della Asl di Spoltore in via del Convento: questo quanto annunciato dal Comune per quanto riguarda la struttura che si trova nel territorio della cittadina del Pescarese.
Il Comune di Spoltore ha infatti specificato che l’edificio, “da una serie di controlli già effettuati, soffre di alcuni deficit strutturali: in particolare dovuti alla sua posizione in forte pendio, con inclinazione maggiore di 15°, e a irregolarità in pianta”.

Alla luce di ciò, l’amministrazione ha optato per l’affidamento all’ingegnere Donato Forgione dell’elaborazione dei dati sull’edificio: verrà pertanto prodotta una ulteriore relazione tecnica sulla situazione statica, propedeutica al rilascio della certificazione di idoneità.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’obiettivo, spiegano dal Comune, è quello di “arrivare a una progettazione preliminare dell’intervento di messa in sicurezza ed inserirlo nel Piano regionale di interventi antisismici su opere pubbliche definite dall’Emiciclo strategiche.
Ecco, a tal proposito, le parole del sindaco di Spoltore, Luciano Di Lorito:

“l’adeguamento sismico del distretto sanitario di Via Del Convento va senza dubbio considerato una priorità. Il nostro impegno è sempre rivolto agli interventi di prevenzione, per questo abbiamo chiesto agli uffici di avviare questi controlli che, da una prima valutazione, hanno evidenziato criticità”.

Questi ulterori dettagli forniti dal Comune e dal primo cittadino sulla situazione della struttura:

Dagli esami di vulnerabilità sismica effettuati finora l’indicatore di rischio è 0.234 (nella scala il valore ideale è 1). I tecnici del Comune e della Asl, dopo i sopralluoghi, hanno comunicato che “essendosi evidentemente ampliato lo stato delle fessure sull’edificio rispetto a quanto rilevato in passato”, e dovendo “riscontrare la richiesta da parte dell’Azienda Sanitaria circa la fruibilità della struttura nel più breve tempo possibile”, è urgente “trasmettere apposita quantificazione degli importi necessari all’affidamento dell’incarico necessario all’ottenimento del grado di sicurezza statico dell’edificio in ogni sua parte comprese le fondazioni”. Da qui la decisione di avviare le ulteriori indagini, nuovamente affidate a Forgione. “Investiamo oggi per evitare di dover spendere molto di più in futuro” chiosa il primo cittadino “oltre che per garantire la massima sicurezza agli utenti”.