Ultimo aggiornamento lunedì 16 Lug 2018 09:41
Search

Picchia i genitori dopo rimprovero e poi aggredisce i poliziotti: giovane arrestato

Avrebbe aggredito e minacciato i suoi genitori per un rimprovero ricevuto, e poi si sarebbe scagliato contro i poliziotti intervenuti: questo l’episodio avvenuto a Teramo e che ha portato all’arresto di un giovane.
La vicenda si è svolta in un appartamento alla periferia della città e a finire in manette, con le accuse di lesioni, minacce gravi e resistenza a pubblico ufficiale, è stato un 31enne.

Stando alle ricostruzioni sull’accaduto il 31enne avrebbe dato in escandescenze in seguito a un rimprovero ricevuto dai genitori dopo essersi reso protagonista di bagordi notturni.
Il giovane avrebbe reagito con minacce e percosse nei confronti del padre e della madre, con i genitori costretti a rinchiudersi in una stanza per sfuggire all’aggressione del figlio.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Un vicino di casa, allertato dalle grida di aiuto provenienti dalla coppia, avrebbe lanciato l’allarme, e sul posto sarebbero giunti gli agenti della Squadra Volante della Questura di Teramo.
All’arrivo dei poliziotti il giovane avrebbe rivolto le sue attenzioni proprio verso gli agenti, aggredendoli a loro volta.

Nella colluttazione il 31enne avrebbe ferito un poliziotto, procurandogli delle ferite giudicate guaribili in 4 giorni.
Alcune ferite sarebbero state riportate anche dalla madre del 31enne (guaribili i 5 giorni, in base all’esito del referto del pronto soccorso).