Ultimo aggiornamento giovedì 21 Nov 2019 13:04
Search

Ricercato torna a Pescara per le festività di Natale: era nel ripostiglio in casa della madre

Sarebbe tornato in Italia e a Pescara per trascorrere le festività natalizie, ma è stato sorpreso e arrestato dalla polizia: questo l’epilogo della vicenda che ha avuto come protagonista un uomo ricercato.
A finire in manette, nell’operazione condotta dagli agenti della sezione “Antidroga e Catturandi” della Squadra Mobile della Questura di Pescara, un 59enne di Pescara.

Nei suoi confronti pendeva un ordine di carcerazione della Procura della Repubblica di Pescara, per una pena di 6 anni e 11 mesi di reclusione per rapina, estorsione e false dichiarazioni.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’uomo, stando alle ricostruzioni della polizia, si sarebbe reso da tempo irreperibile, fuggendo dall’Italia con destinazione la Romania.
In base alle indagini eseguite sul suo conto il 59enne, dopo gli ultimi due anni trascorsi all’estero, in occasione delle attuali festività natalizie sarebbe rientrato a Pescara per trascorrerle insieme alla sua famiglia.

Più nello specifico, in base a quanto appurato dalla polizia, l’uomo sarebbe stato ospitato nell’appartamento di sua madre in via Aldo Moro.
Gli agenti hanno pertanto controllato i movimenti dei suoi familiari, sospettando che il 59enne si fosse nascosto in casa da qualche giorno, per fare poi rientro all’estero al termine delle festività.

Avuta la certezza della presenza dell’uomo, i poliziotti hano fatto irruzione nell’appartamento.
La madre e la zia avrebbero inizialmente negato l’eventuale presenza del ricercato in casa.

Gli agenti lo avrebbero però scovato nascosto all’interno di un ripostiglio presente nell’appartamento.
In tale locale senza finestra sarebbe stato allestito un letto di fortuna.

Il 59enne, scoperto dai poliziotti, non avrebbe opposto alcuna resistenza, e si sarebbe inoltre complimentato con gli agenti, prima di essere trasferito nel carcere di Pescara.