Ultimo aggiornamento venerdì 03 Apr 2020 11:49
Search

Rapina in casa in centro a Pescara: proprietario legato, minacciato con coltello e picchiato

Rapina in casa in pieno centro a Pescara ieri, lunedì 4 dicembre.
I malviventi sarebbero entrati in azione all’interno dell’abitazione in piazza Primo Maggio, con il proprietario legato, minacciato e picchiato, oltre che derubato di diverse migliaia di euro.

L’episodio si è verificato intorno alle ore 17, quando i poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo sono intervenuti nella centralissima piazza nei pressi della Nave di Cascella e di corso Umberto in seguito all’allarme lanciato da un 74enne residente a Pescara.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Quest’ultimo, rientrando in casa, avrebbe infatti sorpreso tre malviventi che, approfittando della sua assenza, avrebbero fatto irruzione nell’abitazione per rubare.
I tre, a volto scoperto, avrebbero prima minacciato il proprietario di casa con un coltello e poi lo avrebbero picchiato con un giravite.

Il tutto, allo scopo di far aprire la cassaforte al proprietario.
Al suo interno i malviventi avrebbero prelevato circa 10mila euro e un orologio Rolex del valore di circa 7mila euro.

Oltre a ciò, gli autori della rapina avrebbero asportato anche il borsello dell’uomo, all’interno del quale vi erano circa 2mila euro in contanti.
Al fine di guadagnare tempo per la loro fuga, i tre rapinatori avrebbero legato l’uomo a una sedia.

La vittima della rapina sarebbe riuscito a liberarsi dopo circa mezz’ora, lanciando l’allarme.
L’uomo è stato soccorso da un’ambulanza e trasportato in ospedale, dove ha ricevuto una prognosi di 21 giorni per le ferite riportate.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno avviato le indagini per fare piena luce su quanto accaduto e per risalire all’identità degli autori della rapina.