Ultimo aggiornamento giovedì 23 Gen 2020 21:07
Search

Cerca di far cadere ex compagna da ponte d’Annunzio: arrestato per tentato omicidio

Avrebbe tentato di far cadere la sua ex compagna dal ponte d’Annunzio a Pescara: questo l’episodio avvenuto nel pomeriggio di ieri, giovedì 12 dicembre, e che ha portato all’arresto di un uomo da parte della polizia.
A finire in manette, con le accuse di atti persecutori e tentato omicidio, un 32enne nordafricano già noto alle autorità.

Tutto ha avuto inizio nel pomeriggio di giovedì, quando diverse persone, tra le quali due donne, hanno contattato il 113 per segnalare un’aggressione in corso ai danni di una donna all’altezza del ponte d’Annunzio.
Sul posto sono immediatamente giunti gli agenti della Squadra Volante.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

I poliziotti avrebbero notato il 32enne intento a spingere e strattonare di peso una donna contro la balaustra del ponte, presumibilmente con l’obiettivo di farla cadere nel fiume.
Alla vista della polizia il giovane avrebbe mollato la presa dandosi alla fuga, venendo però bloccato da un altro equipaggio della volante poco dopo sul lungofiume dei Poeti.

Gli accertamenti immediatamente avviati dalla polizia avrebbero permesso di ricostruire quanto avvenuto in passato.
La vittima sarebbe risultata essere la ex compagna dell’uomo.

Quest’ultima già in passato, secondo quanto riferito dalla polizia, avrebbe subito violenze fisiche e psicologiche, denunciando in diverse occasioni e poi ritrattando il tutto a causa delle minacce ricevute.
La donna, pur riuscendo a interrompere la convivenza con l’uomo, avrebbe continuato a subire gli atti persecutori da parte di quest’ultimo per indurla a tornare con lui.

A quel punto la vittima avrebbe richiesto la notifica di un ammonimento da parte del Questore nei confronti dell’ex compagno.
L’uomo, però, sempre stando a quanto scoperto dalla polizia, avrebbe creato un account fittizio su WhatsApp fingendosi amico della vittima, al fine di incontrarsi nei pressi del ponte a Pescara.

All’ennesimo rifiuto di riavviare la relazione da parte della donna, il 32enne avrebbe afferrato la vittima con violenza all’altezza del torace, trascinandola contro le balaustre del ponte e cercando pertanto di spingerla nel fiume.
Grazie alle segnalazioni di alcune persone al 113 e al tempestivo intervento della polizia, sarebbe stata evitata una possibile tragedia.

La donna è stata soccorsa dal 188, e avrebbe riportato delle lesioni all’altezza del torace giudicate guaribili in 10 giorni.
L’uomo è stato invece arrestato in flagranza di reato e condotto in carcere a Pescara.

foto di repertorio