Ultimo aggiornamento sabato 24 Ago 2019 19:56
Search

Incendio in via Tiburtina, carabinieri salvano anziano intrappolato in casa [FOTO]

Un incendio è divampato in un’abitazione a Pescara oggi, sabato 13 ottobre.
Le fiamme si sono sviluppate in mattinata in via Tiburtina e il tempestivo intervento dei carabinieri ha permesso di salvare la vita a un uomo intrappolato in casa.
Per vedere le foto dell’incendio clicca sull’immagine qui di seguito:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’allarme è scattato alle ore 10:15 di questa mattina, quando tramite una chiamata al 112 è giunta la segnalazione di un incendio in corso in una villetta in via Tiburtina.

Sul posto sono immediatamente giunti i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara, i quali hanno subito notato del denso fumo nero proveniente dal piano superiore della villetta.
All’esterno dell’abitazione un’anziana in evidente stato di agitazione, la quale avrebbe raccontato agli agenti dell’incendio sviluppatosi nella cucina al primo piano, all’interno della quale era rimasto intrappolato, nel tentativo di spegnere le fiamme, il marito 91enne.

I carabinieri sono pertanto immediatamente saliti al piano superiore e, nonostante la presenza del denso fumo, sarebbero riusciti a individuare in un angolo l’anziano proprietario in stato di semi incoscienza.
Dopo averlo raggiunto, i carabinieri avrebbero provveduto a portarlo, di peso, all’esterno dell’abitazione, salvandolo di fatto dall’incendio.

Oltre a ciò, grazie all’utilizzo di un secchio, i militari, in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco e dell’ambulanza, avrebbero anche provveduto a spegnere le fiamme prima che queste ultime potessero propagarsi ulteriormente.
Nel rogo, e soprattutto grazie al salvataggio dei coraggiosi militari, l’anziano non avrebbe riportato ustioni o gravi conseguenze, ma solamente un’intossicazione dovuta all’inalazione dei fumi.

L’ambulanza del 118 giunta sul posto ha quindi provveduto a prestare le cure del caso all’uomo.
Successivamente, anche i carabinieri intervenuti nel salvataggio dell’uomo sarebbero giunti in pronto soccorso a Pescara.

Ai due militari sarebbero stati riscontrati gli effetti di una “intossicazione da monossido di carbonio”, con una prognosi di 10 giorni per entrambi.
Gli accertamenti successivi hanno permesso di ricostruire quanto avvenuto nell’appartamento.

Stando a quanto trapelato, l’incendio si sarebbe sviluppato in maniera accidentale per un probabile corto circuito di una presa nei pressi dei fornelli del piano cottura.
L’anziano proprietario di casa, nel tentativo di spegnere le fiamme, avrebbe gettato su di esse un tappeto.

Quest’ultimo avrebbe però sortito l’effetto contrario rispetto a quello sperato, alimentando di fatto le fiamme.
L’uomo, rimasto intrappolato in cucina, si sarebbe rifugiato in un angolo della stanza, fino all’arrivo dei militari che lo hanno tratto in salvo.