Ultimo aggiornamento sabato 11 Lug 2020 11:50
Search

Polizia interviene per lite condominiale a Pescara e scopre centinaia di gratta e vinci rubati

La polizia, inizialmente intervenuta per una lite condominiale a Pescara, avrebbe scoperto centinaia di gratta e vinci rubati: questa la scoperta fatta oggi, giovedì 30 gennaio, in via dei Pretuzi nella città adriatica, e per la quale sono finite nei guai due persone.

Gli agenti della Squadra Volante hanno infatti denunciato per ricettazione un 30enne e un 34enne (quest’ultimo già noto alle autorità), entrambi stranieri.
Stando alle ricostruzioni sull’accaduto i poliziotti sono intervenuti nella mattinata di oggi nella strada nei pressi dell’università e del parco dell’ex caserma Di Cocco in seguito a una segnalazione giunta al 113 relativa a una lite condominiale.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

All’arrivo degli agenti la situazione si era già tranquillizzata, ma i poliziotti sarebbero rimasti insospettiti dall’azione di due uomini, intrufolatisi in maniera furtiva in un appartamento.
In particolare il 34enne, sempre stando a quanto riferito dalla polizia, avrebbe tentato di occultare in un sacco della spazzatura degli oggetti cartacei.

I poliziotti, insospettiti da quanto stesse avvenendo, hanno pertanto deciso di eseguire un controllo. Nella disponibilità dei due uomini sarebbero stati rinvenuti centinaia di gratta e vinci, alcuni dei quali già verificati.

Grazie agli accertamenti immediatamente eseguiti, gli agenti avrebbero appurato come i 403 gratta e vinci fossero stati rubati da un bar tabaccheria in piazza Duca degli Abruzzi durante la scorsa notte.
I gratta e vinci, per un valore di circa 2mila euro, sono stati restituiti all’esercizio commerciale, mentre i due uomini sono stati denunciati per ricettazione in concorso.