Search

Donazione organi, la scelta sulla carta d’identità: ecco come fare

La scelta se donare o meno i propri organi dopo la morte diventa da domani, martedì 6 ottobre, esplicita sulla carta d’identità.

Infatti tutti le persone maggiorenni che rinnoveranno la propria carta d’identità cartacea avranno la possibilità di poter dichiarare se siano favorevoli alla donazione degli organi.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Chi fosse interessato a questo tipo di dichiarazione dovrà solo compilare un semplice modulo e le informazioni saranno inserite nel registro delle carte d’identità e una copia sarà data ai cittadini.

La scelta finirà nella banca informatica dei trapianti e la possibilità di renderlo visibile anche sulla carta d’identità e fruibile in caso di bisogno.

«La nostra città è stata fra le prime ad aderire», afferma Tullio Spina, direttore del reparto di Rianimazione dell’ospedale civile, «Pescara da oltre vent’anni ha il maggior indice per la donazione di organi. E’ importante perché abolisce l’incertezza per il familiare di decidere per un’altra persona in um momento drammatico qual è la perdita. Noi medici ci troviamo di fronte alla necessità di chiedere in quei momenti e loro sentono il peso di questa scelta. Se il soggetto ha dichiarato in vita, questo peso viene alleggerito».

Chi volesse dichiarare la volontà di donare gli organi e i tessuti dopo la morte deve rivolgersi all’ufficio Anagrafe del Comune.