Ultimo aggiornamento venerdì 03 Apr 2020 11:49
Search

Area di risulta, si spoglia, offende e aggredisce i carabinieri

Dopo aver offeso i carabinieri, si sarebbe iniziato a spogliare abbassandosi anche gli slip, prima di aggredire i militari con pugni e spinte: questo l’episodio avvenuto ieri, giovedì 21 dicembre in centro a Pescara, e più precisamente nell’area di risulta nei pressi della stazione di Pescara Centrale, e che ha portato all’arresto di un uomo.

A finire in manette, con le accuse di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, O.O., 25enne nigeriano incensurato senza fissa dimora ma con regolare permesso di soggiorno.
Stando alle ricostruzioni sull’accaduto il giovane, che si trovava nei giardinetti dell’area di risulta, alla vista di una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Pescara Scalo  e, all’apparenza senza alcun motivo, avrebbe iniziato a inveire contro i militari con frasi offensive.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

I carabinieri avrebbero pertanto invitato il 25enne ad avvicinarsi alla gazzella e a fornire i propri documenti.
Il giovane, però, avrebbe proseguito nelle offese e, dopo essersi slacciato i pantaloni, si sarebbe anche abbassato gli slip.

I militari, per evitare che l’uomo si spogliasse completamente, sarebbero intervenuti per bloccarlo, ma il 25enne avrebbe reagito in maniera violenta.
Per divincolarsi dai carabinieri, il giovane avrebbe iniziato a colpirli con pugni e spintoni.

Con non poche difficoltà i militari sarebbero pertanto riusciti a immobilizzarlo e a perquisirlo.
In suo possesso è stato trovato un grammo e mezzo di marijuana, ed è stato arrestato per i reati di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Dopo le formalità di rito il 25enne è stato trasferito nella camera di sicurezza del Comando provinciale dei carabinieri, in attesa del giudizio per direttissima.