Ultimo aggiornamento sabato 24 Ago 2019 19:56
Search

Aggressione per “vendetta” a 2 ragazzi in centro, denunciati 4 giovani incensurati

I carabinieri di Pescara hanno denunciato 4 giovani, 2 di Spoltore e 2 di Pescara con l’accusa di essere i responsabili dell’aggressione perpetrata ai danni di 2 ragazzi pescaresi di 24 e 21 anni poco più di un mese fa, nella serata di sabato 25 febbraio scorso.
I quattro, incensurati, sono stati denunciati per lesioni aggravate in concorso.

L’aggressione sarebbe stata messa in atto per una sorta di “vendetta” per una discussione avuta nella notte tra il 24 e il 25 febbraio, ossia circa 24 ore prima dell’episodio per i quale sono stati denunciati i 4.
Nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 febbraio, stando alle ricostruzioni sull’accaduto, i due giovani pescaresi, insieme ad altri amici, avrebbero trascorso la serata in un locale nella zona di Pescara Vecchia.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Un ragazzo avrebbe urtato involontariamente una ragazza del gruppo sulla pista da ballo, e da lì sarebbe nata una discussione prima all’interno e poi all’esterno del locale.
Il tutto, sempre stando alle ricostruzioni che hanno portato alle denunce, sarebbe stato favorito probabilmente anche dai “fumi” dell’alcol di alcuni dei protagonisti.

L’aggressione, però, nella notte di venerdì, sarebbe stata solamente verbale tra le parti in causa, e non sarebbe degenerata in alcun modo, e il tutto sarebbe tornato alla normalità con tutti i protagonisti che si sarebbero allontanati per conto proprio.
Nella serata successiva, però, sarebbe avvenuto ciò che gli investigatori sostengono sia stata la “vendetta”.

Il 21enne e il 24enne avrebbero infatti trascorso il sabato sera (25 febbraio) nei locali del centro di Pescara, nella zona del mercato e, durante la serata avrebbero incontrato uno dei protagonisti della “discussione” della sera precedente.
Poco dopo, a fine serata, i due, dopo essere usciti dal locale, si sarebbero recati nei pressi del parcheggio del Bingo in viale Bovio.

In quel posto sarebbero stati raggiunti da 4 individui col volto parzialmente travisato, e aggrediti.
Calci, pugni e anche colpi con un bastone, con successiva “fuga” degli aggressori che avrebbero fatto perdere le loro tracce.
Le due giovani vittime sarebbero invece finite in ospedale (accompagnate da un parente) con, rispettivamente 10 e 7 giorni di prognosi.

Dall’episodio sarebbero però partite delle indagini serrate da parte dei carabinieri, le quali si sarebbero basate, tra l’altro, su numerose testimonianze, e sull’analisi di tabulati telefonici.
E, a un mese circa dall’aggressione, sarebbero scattate le denunce per 3 24enni e un 23enne (due di Spoltore e altrettanti di Pescara).

I carabinieri, nell’individuare i responsabili delle violenze nel parcheggio nei pressi del centro di Pescara, avrebbero inoltre confermato che i quattro denunciati “a seguito delle univoche e concordanti evidenze investigative acquisite, hanno anche in parte confessato la loro partecipazione al disegno criminoso”.