Ultimo aggiornamento mercoledì 08 Apr 2020 14:39
Search

Donna aggredita e rapinata a Pescara, giovane arrestato: la ricostruzione della polizia

Una donna sarebbe stata aggredita e rapinata da un giovane a Pescara, in seguito a una prestazione sessuale a pagamento pattuita tra i due online: questo l’episodio avvenuto nella città adriatica e che ha portato all’arresto di un uomo da parte della polizia.
A finire in manette, nell’operazione condotta dai poliziotti della Squadra Volante, un 32enne della provincia di Chieti, arrestato per rapina aggravata.

Tutto ha avuto inizio nella prima mattinata di domenica 26 gennaio, quando gli agenti sono intervenuti in viale Marconi in seguito alla segnalazione ricevuta al 113 e relativa a un’aggressione ai danni di una donna.
Gli agenti intervenuti sul posto hanno soccorso la donna, in lacrime in strada, e individuato il presunto autore all’interno di un’abitazione privata.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

I poliziotti hanno pertanto avviato le indagini per ricostruire la dinamica di quanto accaduto.
Stando alle ricostruzioni degli agenti la giovane donna, italiana, di professione “escort”, sarebbe stata contattata online, tramite social, da un giovane.

I due avrebbero pattuito una prestazione sessuale in un appartamento della città adriatica.
In seguito al pagamento anticipato, e a prestazione consumata, sempre stando a quanto riferito dalla polizia, il 32enne avrebbe aggredito la donna, riprendendo con la forza i soldi precedentemente consegnati.

Il denaro in questione sarebbe stato ritrovato dalla polizia addosso al giovane, mentre la donna avrebbe riportato delle lesioni giudicate guaribili in 7 giorni.
Il giovane è stato pertanto arrestato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.