Ultimo aggiornamento sabato 04 Apr 2020 17:51
Search

Accessori smartphone tarocchi: maxi sequestro della Guardia di Finanza

Un imponente sequestro di accessori per la telefonia è stato eseguito dalla Guardia di Finanza di Pescara.
Nello specifico, i militari del Comando Provinciale delle Fiamme Gialle hanno sequestrato circa 100mila “Pop Socket“, ovvero i pomelli in plastica e metallo che si applicano sul retro degli smartphone per consentire una migliore presa del telefono tale da rendere più agevole l’effettuazione di foto, filmati amatoriali e, soprattutto, selfie.

L’attività di indagine è partita allo scopo di monitorare la vendita di prodotti non sicuri per i consumatori e per questo motivo, gli uomini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara, hanno eseguito diverse verifiche mirate in vari esercizi commerciali di Pescara, gestiti da soggetti extracomunitari, riuscendo a scoprire e mettere sotto sequestro numerosi articoli, privi delle prescritte certificazioni in materia di sicurezza dei
materiali e mancanti delle indicazioni sulla origine e provenienza. Il valore totale della merce è di circa 150mila euro.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Dai controlli è emerso anche come i distributori di tali prodotti fossero in Campania e nel Lazio e i finanzieri hanno inoltre segnalato alle Camere di Commercio di Pescara, Roma e Napoli 6 persone per violazioni amministrative con sanzioni erogate per un totale di 150mila euro.

Due sono state le persone denunciate, entrambe extracomunitarie, per il reato di frode nell’esercizio del commercio.

Nell’ottica di una sempre più proficua collaborazione con i cittadini consumatori, a loro tutela, i vertici del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, invitano i cittadini a continuare a segnale eventuali anomalie riscontrate su prodotti posti in vendita, ricordando che il personale dei reparti operativi, restano a disposizione per raccogliere le segnalazioni e fornire ogni utile indicazione.