Ultimo aggiornamento domenica 29 Mar 2020 18:54
Search

Coronavirus Abruzzo, ordinanza presidente Regione su operatori, utenti e strutture sanitarie

Coronavirus Abrruzzo, ordinanza del presidente Marsilio in materia di igiene e sanità pubblica indirizzate agli operatori, agli utenti, alle strutture sanitarie al fine di contrastare la diffusione del Covid 19 sul territorio abruzzese.
Nella serata di ieri, domenica 22 marzo, giorno nel quale è stato firmato il nuovo Decreto del presidente del Consiglio (per tutte le misure del nuovo Dpcm e l’elenco con i codici Ateco delle attività clicca su QUESTO LINK), il governatore abruzzese Marsilio ha firmato una nuova ordinanza.

Nello specifico si tratta dell’ordinanza numero 12. Qui di seguito le prescrizioni e dell’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

ORDINA
-ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica-
1. di recepire integralmente il documento “Gestione informatizzata dei posti letto Covid-19” siccome proposto dal CREA (allegato 1 – parte integrante e sostanziale del presente provvedimento);
2. di porre in capo alle Direzioni Sanitarie Aziendali la responsabilità della corretta compilazione e dell’aggiornamento del cruscotto di monitoraggio di cui all’allegato 1 di cui al punto precedente la cui attivazione è in carico al Dipartimento Sanità della Giunta Regionale;
3. di raccomandare l’adozione delle misure di sicurezza e protezione del personale del SSR dettagliate in Allegato 2 recante “Covid-19: procedure operative per la sicurezza e la protezione del personale del sistema sanitario regionale” – parte integrante e sostanziale del presente provvedimento – in applicazione del Rapporto ISS COVID-19, n.2/2020, aggiornato al 14 marzo 2020 e degli indirizzi ribaditi nella riunione del Comitato Tecnico Scientifico in data 17 marzo 2020;
4. di disporre l’accesso ai test molecolari per la diagnosi di COVID-19 prioritariamente agli operatori sanitari maggiormente esposti al rischio operativo ed ai contatti nelle aree ad elevata incidenza di polmoniti da COVID-19, in linea con quanto indicato nella circolare n. 0009774-20/03/2020-DGPRE-DGPRE-P del Ministero della Salute – Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria;
5. di rinviare al Gruppo Tecnico Scientifico regionale di cui alla DGR n. 139 del 11/03/2020 la definizione delle procedure per la sorveglianza nonché le valutazioni sull’eventuale ampliamento della capacità diagnostica regionale e sull’utilizzo di test sierologici di screening, anche ai fini delle valutazioni epidemiologiche del caso;
6. di ritenere automaticamente modificate le indicazioni di cui all’allegato 2, a seguito di eventuali aggiornamenti delle indicazioni operative promananti dall’Istituto Superiore di Sanità e/o dal Ministero della Salute in base alla evoluzione delle conoscenze in merito;
7. di dare mandato alle Direzioni Generali Aziendali di eseguire e monitorare l’esecuzione delle misure adottate con  la presente ordinanza. Il Prefetto e il Commissario del Governo territorialmente competenti, informando preventivamente il Ministro dell’interno, assicurano l’esecuzione delle misure per la parte di competenza avvalendosi delle forze di polizia e, ove occorra, con il possibile concorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nonché delle Forze Armate, sentiti i competenti comandi territoriali, dandone comunicazione al Presidente della Regione.

Per visualizzare l’ordinanza completa con i relativi allegati clicca QUI