Ultimo aggiornamento mercoledì 08 Apr 2020 16:32
Search

Incendio Villanova Cepagatti, ordinanza sindaco revocata: i dettagli

Incendio Villanova di Cepagatti, ordinanza sindaco revocata: i dettagli.
Il primo cittadino di Cepagatti ha infatti emesso una nuova ordinanza oggi, lunedì 20 gennaio, in merito all’incendio che ha interessato la Isolbit in via Pignatelli nelle prime ore della giornata del 5 gennaio scorso, e che modifica (e revoca) quanto stabilito nei giorni immediatamente successivi al rogo (leggi QUI).

Qui di seguito i dettagli dell’ordinanza di revoca firmata oggi dal sindaco di Cepagatti Gino Cantò (ordinanza n. 5), avente per oggetto “Revoca Ordinanza sindacale n. 3/2020 incendio Via Pignatelli”:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

IL SINDACO
-premesso che in data 05/01/2020 si è sviluppato un incendio di vaste proporzioni nel territorio del comune di Cepagatti, presso Io stabilimento ISOLBIT di Villanova in via Pignatelli ;

-che in conseguenza di tale fenomeno è stata emessa ordinanza n. 3 del 07/01/2020 per tutelare la pubblica incolumità vietando temporaneamente ed in via del tutto provvisoria la raccolta, la vendita ed il consumo di prodotti vegetali, frutta e verdura e di prodotti di origine animale coltivati ed allevati nel raggio di due chilometri in linea d’aria; il divieto di attingimento delle acque dei pozzi privati e pubblici ubicati nell’area predetta, e l’uso delle stesse acque per irrigazione ed innaffiamento su tutto il territorio circostante l’area interessata;

-che già in data 07/01/2020 era pervenuta la nota dell’ARTA Abruzzo con la quale a seguito delle rilevazioni effettuate si ritenevano superate le condizioni che avevano consigliato l’adozione dei provvedimenti;

-considerato che nell’ordinanza in oggetto si comunicava che la revoca totale del provvedimento era subordinata altresì all’acquisizione da parte del Comune di Cepagatti di rilievi tecnici da parte della Asl;

-che con nota prot. n. 1390 pervenuta in data odierna, la ASL di Pescara ha comunicato i rilievi tecnici effettuati con il seguente risultato: “il confronto dei parametri riportati nei certificati di analisi dell’Istituto Zooprofilattiro risultano inferiori al livello d’azione per diossine + furani (OMS-TEQ) e per PBC Diossina –simili (OMS-TEC) della Raccomandazione UE dell’11/09/2014 n. 2014/663/UE”;

Tutto ciò premesso e constatato

ORDINA
la revoca della propria ordinanza n. 3 del 07/01/2020 essendo cessate le motivazioni della sua adozione ;

DISPONE
che la Polizia Municipale, i Carabinieri e a chiunque sia d’obbligo è incaricata di curare la tempestiva diffusione, con ogni mezzo, della presente ordinanza che viene pubblicata all’Albo Pretorio e sul sito internet istituzionale, al fine di dare adeguata informazione alla cittadinanza e al fine di limitare disagi ed inconvenienti. La presente ordinanza viene inviata ai Sindaci dei comuni limitrofi ed alle Prefetture di Chieti e Pescara.