Ultimo aggiornamento sabato 24 Ago 2019 16:39
Search

Colore “anomalo” mare Francavilla e Ortona, di cosa si tratta? La risposta dell’Arta

Colorazione anomala del mare a Francavilla e Ortona, di cosa si tratta? La risposta dell’Arta.
L’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente oggi, giovedì 9 agosto, ha fornito una risposta in merito alle recenti segnalazioni ricevute.

Nello specifico al Distretto provinciale Arta di Pescara, provenienti dalle competenti Capitanerie di Porto, negli scorsi giorni sono stati recapitati dei campioni di acqua di mare prelevati sui litorali delle due città adriatiche in provincia di Chieti in questione (Francavilla al Mare e Ortona).

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’agenzia regionale ha provveduto a effettuare degli esami microscopici scoprendo che il fenomeno della colorazione anonima sarebbe stato provocato dalla proliferazione dell’alga Fibrocapsa, e che quest’ultima non sarebbe tossica per l’uomo.
Oltre a ciò, dall’Arta fanno sapere che proprio in queste ore i loro tecnici, coadiuvati dagli uomini della Capitaneria di Porto di Ortona, stanno effettuando degli ulteriori campionamenti sia a Francavilla che a Ortona, proprio per monitorare il fenomeno.

Ecco qui di seguito la nota integrale diffusa dall’Arta oggi:

Nei giorni scorsi campioni di acqua di mare prelevati sui litorali di Francavilla al Mare ed Ortona sono stati recapitati al Distretto provinciale Arta di Pescara dalle competenti Capitanerie di Porto. All’esame microscopico i campioni hanno evidenziato una significativa proliferazione algale della Raphidophyceae Fibrocapsa Japonica. Il fenomeno non è nuovo lungo le coste italiane ed è prevedibile in presenza di alte temperature e scarso dinamismo delle acque marine, come si è verificato proprio negli ultimi giorni. La Fibrocapsa non è tossica per l’uomo. Ad alte concentrazioni determina nelle acque marine una colorazione variabile dal giallo al marrone, senza alterarne la balneabilità. In queste ore i tecnici di Arta Abruzzo, coadiuvati dal personale della Capitaneria di Porto di Ortona, stanno effettuando ulteriori campionamenti nel mare antistante Francavilla ed Ortona per monitorare il fenomeno.