Ultimo aggiornamento lunedì 27 Gen 2020 11:01
Search

Assegnata casa occupata via Rimini Montesilvano: consegna chiavi nuovi inquilini

Assegnata la casa occupata in via Rimini a Montesilvano: consegnate le chiavi ai nuovi inquilini assegnatari dell’alloggio.
Questa la novità che riguarda l’appartamento occupato sabato scorso nella città adriatica in provincia di Pescara recentemente protagonista di una nuova occupazione abusiva (leggi QUI)

La consegna delle chiavi dell’alloggio Ater, un appartamento di 45 metri quadrati, alla nuova famiglia è stata effettuata alla presenza del sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis, del consigliere delegato alle Politiche della casa, Marco Forconi, del comandante dei carabinieri di Montesilvano, Luca La Verghetta e della polizia locale.
Questo il commento del sindaco De Martinis:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

“Uno dei punti del nostro programma elettorale era proprio quello di ripristinare la legalità in città in tutti i suoi aspetti. Il fenomeno delle occupazioni abusive, nel corso degli anni ha costantemente interessato l’amministrazione comunale di Montesilvano e la consegna di oggi al nuovo inquilino, regolarmente iscritto nella graduatoria Erp, è l’ennesimo segnale che abbiamo dato in città per garantire la legalità. Ora restano da ultimare ancora cinque sgomberi con le rispettive nuove assegnazioni, quattro in via Rimini e uno in via Verrotti, tutti appartamenti da destinare a chi ne avrà realmente diritto e a chi rispetterà le regole. In questi anni c’è stato un lavoro certosino, che mi ha visto impegnato, prima come consigliere comunale con delega alle Politiche della casa e poi come assessore. Sono molto soddisfatto del lavoro portato avanti in questi anni e dei frutti che stiamo raccogliendo. L’amministrazione comunale De Martinis si distinguerà per aver messo fine al fenomeno dell’abusivismo a Montesilvano. Devo ringraziare tutte le forze dell’ordine: i carabinieri e la nostra polizia locale, l’Ater, la magistratura e tutti i cittadini che ci hanno segnalato ogni volta i reati legati al fenomeno dell’abusivismo”.