Ultimo aggiornamento lunedì 18 Dic 2017 18:23
Search

Coppa Italia, pareggio tra Sambuceto e Spoltore: viola eliminati, ma il presidente Cacciagrano non fa drammi

Il Sambuceto pareggia con lo Spoltore nell’incontro di Coppa Italia di Eccellenza e, in virtù anche della sconfitta nel primo turno del triangolare contro il Capistrello, saluta la competizione.
Sul neutro di Cepagatti (per l’indisponibilità della Cittadella dello Sport dovuta all’allagamento per maltempo), i ragazzi di Tatomir, in vantaggio di due reti, subiscono la rimonta spoltorese nei minuti di recupero e vengono raggiunti sul 2 a 2 finale.

In un primo tempo tutto sommato equilibrato, durante il quale mister Tatomir ha provato i ragazzi che hanno avuto sin qui meno spazio in campionato, i viola trovano il vantaggio grazie a Liberati, che trasforma un penalty concesso dall’arbitro alla mezz’ora.
Nella seconda frazione di gioco il neo entrato Antonacci al 60esimo raddoppia e poco dopo l’autore della prima marcatura, Liberati, a tu per tu con il portiere avversario, si fa “ipnotizzare” dall’estremo difensore e manca la doppietta personale.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

A 5 minuti dal novantesimo un blackout difensivo del Sambuceto, con Cialini che atterra un avversario in area, provoca il secondo rigore di giornata. Sul dischetto per lo Spoltore si presenta Di Camillo che dimezza lo svantaggio.
La rete appena segnata “riaccende” la squadra ospite, che si prepara all’arrembaggio finale alla ricerca della rete del pareggio.

E così come avvenuto domenica scorsa, con il Chieti vittorioso all’ultimo secondo di gara, i viola subiscono la rete del pareggio nel recupero.
Al 92esimo è infatti Vitale a siglare il goal del 2 a 2 prima del triplice fischio.

L’uscita dalla coppa non provoca però grossi allarmismi in casa Sambuceto, con il presidente Sandro Cacciagrano che, analizzando la gara appena terminata, guarda con ottimismo al presente e al futuro: «C’è rammarico per l’eliminazione dalla coppa, anche se in realtà il nostro cammino era stato compromesso già a Capistrello, con una sconfitta patita anche lì nel finale. La squadra però oggi ha retto bene ed è stato un incontro vivace. Probabilmente la difficoltà che abbiamo avuto è stata quella di non chiudere la partita. Sui gol presi nel finale analizzeremo insieme la situazione, per vedere perché accadono questi cali di tensione, ma nulla di preoccupante».

E proprio lo spirito del massimo dirigente viola si traduce anche nel pensiero relativo al prossimo importante impegno di Eccellenza del Sambuceto in trasferta contro il Martinsicuro: «Noi siamo carichi e continueremo a prepararci al meglio in vista di domenica. Siamo convinti di fare la nostra partita, anche perché al netto di quanto successo domenica col Chieti siamo sempre quelli e la squadra mi è sembrata comunque in salute. Nel prossimo incontro cercheremo di fare un risultato positivo, poi come sempre sarà il campo a dare il verdetto».

L’obiettivo, quindi, è quello di dimostrare che la sconfitta in extra-time con il Chieti sia stato solamente un incidente di percorso, giunto tra l’altro dopo una invidiabile striscia di ben 13 risultati utili consecutivi: «Già oggi in coppa credo che la squadra abbia reagito abbastanza bene, e questo ci fornisce fiducia».