Ultimo aggiornamento lunedì 18 Giu 2018 14:28
Search

Maraschio, gioia a metà per il suo 50° gol con il Sambuceto: «Peccato non abbia portato punti»

Cinque le reti messe a segno dal suo “ritorno” nella sessione di mercato di dicembre, e 50 quelli complessivi realizzati con la maglia del Sambuceto.
Numeri che fanno capo direttamente a Gianluca Maraschio, che in trasferta contro lo Spoltore ha realizzato un nuovo gol di pregevole fattura, con una delle specialità della casa, lo stacco aereo e il colpo di testa in area ad anticipare difensori e portiere.

Con questa “formula” ci aveva provato a segnare nel turno precedente in casa con l’Alba Adriatica, e solamente un miracolo del portiere gli aveva negato la gioia del gol.
Ci ha riprovato, quasi in fotocopia, in trasferta a Spoltore e ci è finalmente riuscito.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Ecco il racconto visto dalla sua “prospettiva”: «In verità ci provo ogni domenica a fare gol, perché l’attaccante vive per quello, e poi perché i gol servono alla squadra per portare a casa punti. Ho visto palla scoperta sui piedi di Gigi, e ho preparato l’attacco alla porta. È stato bravo a mettere la palla lì, e io sono riuscito a impattarla bene».

Nonostante la “perla” appena raccontata, il Sambuceto è uscito sconfitto, tornando quindi a casa a mani vuote, e per questo la gioia della rete per “Bum bum” Maraschio è stata in qualche maniera “strozzata”.
Esultanza piena rimandata ma con l’occhio è già proteso verso il futuro e in maniera ottimistica: «Il gol non è servito a nulla, e questo è un gran rammarico. È un periodo che non gira come dovrebbe, e sicuramente i risultati non aiutano, perché questi non ti permettono di lavorare con la giusta serenità e spensieratezza. Quindi in questo momento dobbiamo essere bravi a stare tutti uniti, parlare poco e lavorare tanto. Se facciamo questo sono sicuro che ne usciremo al più presto».

L’ultimo pensiero è per quel numero, 50, che di fatto inserisce l’attaccante tra i marcatori più prolifici della storia del Sambuceto.
E di questo ne è consapevole lo stesso Maraschio, che con umiltà ne approfitta per rendere merito di questo risultato anche ad altre figure: «Fare 50 gol con questa società mi rende tanto felice, perché è la prima maglia che ho indossato qui in Abruzzo. A proposito di questo vorrei ringraziare tutti i presidenti, dirigenti, allenatori e compagni che in questi anni al Sambuceto hanno permesso di realizzare questo numero di marcature, con l’augurio che questa cifra possa continuare a crescere, visto che mancano ancora un po’ di giornate alla fine del torneo».

La prima occasione per cercare di arrotondare il punteggio sarà il prossimo turno contro la Renato Curi Angolana tra le mura amiche della Cittadella dello Sport, nel quale si potrà star certi che Gianluca Maraschio proverà ancora a fare gol e allo stesso tempo a regalare anche ulteriori punti in classifica ai viola.