Ultimo aggiornamento domenica 13 Ott 2019 09:07
Search

Sambuceto (Eccellenza), mister Montani si presenta: «Voglio una squadra propositiva, offensiva e mai sparagnina»

Subentrato in panchina a Sambuceto praticamente durante lo scorso weekend, durante la settimana del turno infrasettimanale di Eccellenza, mister Fabio Montani ha avuto sin qui pochissimo tempo a disposizione per conoscere a fondo la sua nuova squadra.
Nonostante ciò, l’allenatore si è subito calato nella nuova avventura alla Cittadella dello Sport.

Ecco quindi le sue prime impressioni: «La mia scelta è stata a priori, perché penso che la squadra sia competitiva e possa far bene. Ho avuto ancora pochissimi allenamenti a disposizione per conoscere il gruppo, ma posso dire che sicuramente sto trovando tanta tanta disponibilità da parte dei ragazzi».

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’esordio in panchina con il Sambuceto non è stato dei migliori, con la sconfitta esterna rimediata per mano del Cupello.
Uno stop che il neo mister viola analizza così: «Ho visto che la squadra era spaventata e un po’ tramortita. Sicuramente era legata all’allenatore precedente e in una situazione morale un po’ così. Ho trovato quindi un po’ di scoramento e di sicuro è mancata la serenità. Ora però sta a me toccare le corde giuste. Ci vuole un po’ di calma per rasserenarli e incominciare un corso nuovo».

I primi novanta minuti in panchina, nonostante la sconfitta, sono comunque serviti al neo tecnico per capire come e dove intervenire, e per comprendere anche quali siano gli aspetti dai quali ripartire, come si evince dalle sue stesse parole: «Dobbiamo ripartire da zero. C’è una metodologia e un lavoro lungo e duro che attende me e il mio staff, però c’è il materiale e la disponibilità della squadra per poter incidere, e una società che non ci fa mancare nulla».

Nelle sue precedenti esperienze mister Montani ha spesso utilizzato il modulo 4-3-3 ma, al di là dei freddi numeri, ciò che ha contraddistinto le sue squadre è stato l’atteggiamento propositivo e un gioco offensivo e mai rinunciatario.
Aspetti, questi, che l’allenatore ha intenzione di portare anche alla Cittadella dello Sport: «Al momento sto guardando un po’ tutti i ragazzi che ho a disposizione. Non sono un integralista, e il sistema di gioco lascia il tempo che trova. L’identità di squadra ci deve essere e si deve vedere, ma sul modulo non mi fossilizzo. Voglio una squadra propositiva e offensiva, ma senza “sbracarsi”, e di sicuro mai sparagnina».

E il campionato di Eccellenza abruzzese, nel prossimo turno, prevede un banco di prova importante per mister Montani e il suo Sambuceto.
Alla Cittadella dello Sport è infatti in arrivo la capolista Castelnuovo Vomano, una partita che l’allenatore analizza così: «Da parte nostra mi aspetto una partita di grande atteggiamento positivo, propositivo e voglioso. In questo momento abbiamo ancora problemi, ma ci approcceremo con il massimo rispetto per una delle squadre più forti del campionato. Voglio una risposta sotto il profilo caratteriale forte».