Ultimo aggiornamento lunedì 25 Set 2017 16:35
Search
Mercato del lavoro

Mercato del lavoro in Abruzzo: alla ricerca della crescita

Il periodo storico che stanno vivendo i cittadini italiani di certo temprerà il loro spirito, e quando poi in futuro la situazione sarà migliore rispetto a quella attuale, gli stessi guarderanno indietro prendendo ciò che di buono ha lasciato la crisi: ovvero la consapevolezza di aver imparato una lezione molto importante in termini di gestione delle proprie risorse. Attualmente, però, bisogna guardare in faccia la realtà e fare i conti con una disoccupazione che, purtroppo, lascia più di un pensiero nelle nostre teste. Soprattutto se consideriamo regioni come l’Abruzzo, che oggi più che mai sono alla ricerca di una crescita nel settore occupazionale per risollevarsi da una situazione poco piacevole. Mollare la spugna, però, non è concesso a nessuno.

Mercato del lavoro in Abruzzo: cala l’occupazione

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Stando alle rilevazioni dell’Istat, “tradotte” in parole dall’economista Aldo Ronci, l’Abruzzo ha perso un consistente numero di posti di lavoro nell’arco di sei mesi, ovvero dal quarto trimestre dello scorso anno al primo trimestre dell’anno in corso. Una flessione che comunque può essere considerata “lieve”, senza per questo perdere di vista il problema: il calo di unità lavorative, infatti, ha rappresentato un -3,7% di decremento, e la maggior parte dei posti di lavoro persi sono stati registrati per quanto riguarda il lavoro autonomo (66%). Va poi specificato che nel primo trimestre del 2017 il calo è stato meno significativo, in quanto il decremento registrato è stato pari al -1,4%, anche se comunque superiore alle medie nazionali (-0,7%).

L’estate porta lavoro: i lavori stagionali

Come dicevamo poco sopra, disperare non è un atteggiamento sano né giustificato, perché le opportunità di lavoro ci sono, e sicuramente aumenteranno in questi mesi per via dell’arrivo dell’estate e dei tanti lavori stagionali che apriranno – anche in Abruzzo – le porte all’occupazione. Non si parla di visioni ottimistiche, comunque, ma di nuda e semplice realtà: basta infatti controllare siti di annunci di lavoro come it.jobrapido.com per accorgersi delle tante posizioni aperte in merito ai già citati lavori stagionali. Di fatto, in attesa di una ripresa del mercato lavorativo in Abruzzo, ci si potrà portare avanti sacrificando la propria estate ma potendo comunque contare su diverse opportunità di impiego dovute appunto alla bella stagione.

Lavoro 2.0: cambiano il mercato e le richieste delle aziende

La ripresa non tarderà ad arrivare e per questo bisognerà farsi trovare pronti. Questo significa conoscere il mondo del lavoro e cercare di acquisire quelle professionalità che sono più richieste. Infatti da quando il digitale ha investito la nostra società, anche il mondo del lavoro è cambiato, e con esso le richieste delle aziende, che sono diventate sempre più specifiche e sempre più spesso legate alle competenze digitali. In tal senso, è il mondo dell’IoT (Internet of Things) che garantirà nuove opportunità per chi saprà come conquistarsele: ovvero studiando e acquisendo skills come la pianificazione e la realizzazione di prodotti legati appunto al digitale. Ma il professionista non dovrà possedere delle competenze esclusivamente nel campo del development (sviluppo), in quanto anche a costoro è oramai richiesta una profonda conoscenza del mercato e dunque delle abitudini dei consumatori, oltre ovviamente alle qualità da management, una delle competenze digitali più importanti per far funzionare i meccanismi di un settore specifico di un’azienda.