Ultimo aggiornamento martedì 20 Ago 2019 10:03
Search

I principali modelli di case prefabbricate in legno

Il settore delle case in legno ha vissuto una grande crescita negli ultimi anni e ciò ha portato alla nascita di diverse tipologie di abitazione attualmente disponibili per i clienti che decidono di affidarsi alla bioedilizia. Durante la fase di progettazione è possibile personalizzare le caratteristiche della casa in base alle proprie preferenze, per essere certi di ottenere al termine della costruzione un’abitazione che soddisfi le aspettative.

Non basta però una buona fase di progettazione, è fondamentale che anche la fase della costruzione dell’unità abitativa sia seguita da esperti del settore. Il team di Urbangreen.it si occupa ormai da diverso tempo delle case in legno prefabbricate e mette a disposizione dei suoi clienti professionalità e competenza, che si possono notare in ogni progetto che è stato avviato e portato a termine da questa azienda.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Occupiamoci ora di analizzare i principali modelli disponibili, sottolineando per ciascuno le caratteristiche principali ed i vantaggi che può offrire la specifica tipologia considerata.

Struttura a telaio

Le case prefabbricate con struttura a telaio presentano pareti esterne con struttura a travi e pilastri in legno lamellare ed un tetto ventilato. Per le soluzioni bipiano, il team di costruzione si occuperà anche di inserire un solaio interpiano con uno spessore di circa venti centimetri, senza considerare la travatura.

Lo spessore della parete è di 28-30 centimetri, sebbene questa dimensione possa variare in base al calcolo strutturale eseguito per la specifica abitazione che si sta realizzando. Lo sfasamento termico offerto da questa tipologia di abitazione è di -12,5 ore, mentre la trasmittanza è di -0,14 W/m2K.

Il tetto ventilato ha invece uno sfasamento termico di -11 ore e una trasmittanza di -0,07 W/m2K al netto di uno spessore di circa trenta centimetri – anche questo calcolato senza tenere in considerazione la travatura.

Struttura in X-Lam

Un’altra possibilità è l’abitazione con la struttura in X-Lam, che presenta pareti esterne in pannelli prefabbricati X-Lam, un tetto ventilato ed un solaio interpiano che è possibile realizzare con X-lam o travatura a vista per tutte le abitazioni bipiano. Vediamo quali sono le caratteristiche di ciascuna di queste componenti.

Le pareti esterne hanno uno spessore di 28-30 centimetri che può variare in base al calcolo strutturale, una trasmittanza di 0,20 W/m2K e uno sfasamento termico di -13,5 ore. Il tetto ventilato ha uno spessore di 30 centimetri travatura esclusa, una trasmittanza di -0,07 W/m2K ed uno sfasamento termico di -11 ore. Il solaio interpiano per le soluzioni abitative bipiano ha uno spessore di circa venti centimetri travatura esclusa.

Tetti in legno

La società si occupa anche della realizzazione di tetti in legno lamellare di elevata qualità. Il cliente ha la possibilità di scegliere tra diverse tipologie, in particolare il tetto ventilato a controlistelli, il tetto ventilato con OSB e tegole ed infine il tetto ventilato con tegola canadese.

Lo spessore del primo è di circa trenta centimetri, mentre lo spessore degli altri due si aggira attorno ai venticinque centimetri, ricordando che per tutti e tre i tetti le misure indicate non tengono conto della travatura. Lo sfasamento termico è per tutti di -11 ore, mentre la trasmittanza è di -0,07 W/m2K per tutte le tipologie prese in considerazione.