Ultimo aggiornamento martedì 24 Apr 2018 20:45
Search

Area di risulta, ecco il progetto della Confcommercio: incontro pubblico l’11 aprile

Verrà presentato ufficialmente alla città domani sera, mercoledì 11 aprile, il progetto proposto dalla Confcommercio di Pescara per il futuro dell’area di risulta, sul cui destino c’è un dibattito aperto ormai da quasi 30 anni.
L’appuntamento è alle ore 20:30 all’interno del museo Vittoria Colonna nella sala convegni.

Verrà illustrato nei dettagli il progetto promosso dall’associazione di categoria e redatto dall’architetto Sabatino Catani. L’incontro è aperto a tutti, sia operatori commerciali che cittadini che potranno valutare i contenuti del progetto che si contrappone a quello già presentato dall’amministrazione comunale.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Il progetto prevede la realizzazione di un parcheggio multipiano, che resterebbe di proprietà del Comune, sul lato nord dell’area di risulta, con ingresso principale dalla rotonda Michelangelo, con facciate in vetro fotovoltaico, giardini verticali e quattromila posti auto. In questa struttura è previsto anche un piano terra intermodale per i servizi, il parcheggio gratuito dei disabili, gli autobus navetta elettrici, il noleggio dei furgoncini elettrici, delle biciclette e delle auto elettriche.

Previsto anche un grande parco centrale attrezzato che diventerebbe una delle principali attrazioni della città. La stazione degli autobus urbani e interurbani non sarà sottoterra, con tutti i pericoli per la salute e la sicurezza, ma avrà un proprio piazzale all’aria aperta con proprie pensiline e propri servizi.

Queste le parole del numero 1 della Confcommercio Franco Danelli:

«Siamo totalmente contrari all’ipotesi progettuale del Comune che prevede la diminuzione dei posti auto rispetto a quelli attuali e inoltre l’affidamento a privati della gestione dei parcheggi cittadini a tariffe esorbitanti, contro ogni logica di servizio al cittadino e contro l’economia cittadina. Inoltre il progetto del Comune prevede la realizzazione di appartamenti e negozi di cui non se ne avverte il bisogno e che richiederebbero ulteriori posti auto. Il Comune, tramite la società Pescara Parcheggi, manterrà quindi la gestione dei parcheggi nelle strade della città e avrebbe la gestione dei quattromila posti auto del multipiano senza alcun aumento delle tariffe attuali. Si eviterebbe così lo spaventoso aumento delle tariffe per i parcheggi cittadini previsto nel progetto del Comune».