Ultimo aggiornamento mercoledì 13 Dic 2017 11:40
Search

Pink Floyd Legend a Francavilla al Mare, l’intervista alla band protagonista al BluBar Festival

Torna l’ormai tradizionale appuntamento con il BluBar Festival a Francavilla al Mare.
E, tra i protagonisti del ricco cartellone dell’edizione 2017 (guarda il programma completo QUI) figurano anche i Pink Floyd Legend.

La band si esibirà in piazza Sant’Alfonso nella serata di venerdì prossimo, 11 agosto, e porterà sul palco la musica e i brani che hanno fatto la storia dei Pink Floyd e della musica in generale.
A raccontare questa nuova esperienza che vedrà la band tra i protagonisti del BluBar Festival 2017 a Francavilla, Simone Temporali, tastiere e voce dei Pink Floyd Legend, il quale nell’intervista che ci ha concesso ha anche svelato alcune peculiarità della loro esibizione francavillese.
Ecco qui di seguito l’intervista ai Pink Floyd Legend:

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’11 agosto sarete a Francavilla al Mare per il BluBar Festival, un appuntamento che ogni anno porta in riva all’Adriatico diversi personaggi di spicco del panorama musicale. Essere tra questi è motivo d’orgoglio per voi?
Per noi è un grande onore far parte di un programma così importante e soprattutto in una delle manifestazioni estive più prestigiose del litorale adriatico.

Sulla particolare formula del festival, che prevede sia posti a pagamento che gratuiti, e che rappresenta anche una delle basi del successo della manifestazione francavillese, che opinione avete?
Ci sembra una scelta sensata, specie in un contesto estivo, poiché permette a chi lo desidera di fruire appieno del concerto, godendosi lo spettacolo dalla prospettiva migliore, ma lascia d’altra parte a tutti il diritto di farsi affascinare da questa musica straordinaria in maniera “non impegnata” e magari anche “casualmente”.

Passando invece alla vostra performance, dall’alto della vostra esperienza più che decennale, cosa significa per voi portare in giro il nome dei Pink Floyd?
Evitando risposte retoriche limitiamoci a due sostantivi: impegno e divertimento, in pari quantità.

Perché avete scelto di “cimentarvi” nel tributo a una delle band che rappresenta di sicuro la storia della musica? Perché quindi, proprio i Pink Floyd? Cosa vi accomuna a loro?
Andando avanti negli anni abbiamo realizzato di avere delle affinità caratteriali con i nostri corrispettivi (essendo una band che rispetta i ruoli originali), e chissà che non sia questo il segreto della nostra longevità…Scherzi a parte non c’è mai stata una vera e propria scelta perché la musica dei Pink Floyd è parte del vissuto di tutti noi. Sicuramente ci affascina la capacità di questa musica di parlare dell’uomo e dell’universo senza dare risposte ma emozioni.

L’orchestra vi accompagnerà sul palco del Blubar per l’esecuzione di “Atom Heart Mother”. Ci potete dire qualcosa in più sui vostri “compagni” di serata e sullo spettacolo dell’11 agosto?
Oltre a noi quattro Fabio Castaldi (Basso, Voce), Andrea Fillo (Chitarra, Voce), Emanuele Esposito (Batteria), io (Simone Temporali – Tastiere, Voce) e ai nostri amici che ci accompagnano in tutte le occasioni dal vivo , Paolo Angioi (Chitarra acustica, elettrica e 12 corde, Basso, Voce), Michele Leiss (Sassofono), Martina Pelosi, Sonia Russino e Giorgia Zaccagni (Cori) e Andrea Arnese (Video/Audio Effects, Keytar, Chitarra acustica), a Francavilla saremo accompagnati dal Legend Choir, un ensemble vocale composto da più di cento elementi formato dal Coro Arké, dalla Corale Polifonica Città di Anzio, dal Coro Claudio Monteverdi insieme, per questa speciale occasione, al Gruppo Vocale 440hz di Montesilvano diretto da Ettore D’Agostino, oltre a una sezione orchestrale composta dagli Ottonidautore e dal Quartetto Sharareh (quartetto d’archi tutto al femminile) tutti diretti dal Maestro Giovanni Cernicchiaro.
Tutti straordinari musicisti, straordinarie persone, la maggior parte delle quali ha condiviso con noi, attraverso gli anni, momenti di grande emozione e amicizia, anche fuori dal palco.