Ultimo aggiornamento lunedì 01 Mag 2017 05:07
Search
digital gym corso fater istituto comprensivo Pescara 9

Digital Gym, i rischi del cyber bullismo spiegati all’istituto Comprensivo Pescara 9

Occuparsi della formazione digitale degli studenti e spiegare la prevenzione dai rischi della rete e del cyber bullismo. Questi gli obiettivi del progetto Digital Gym proposto dalla Fater che, dopo Ortona e Miglianico, è partito ieri, martedì 11 aprile, all’istituto Comprensivo Pescara 9 in via di Sotto con un incontro formativo.

Il percorso formativo, sviluppato da Fater spa a da consulenti esterni, prevede 16 lezioni monotematiche che si svolgeranno in classe con lo scopo di aprire le porte del mondo digitale ai giovani.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Fra i relatori dell’incontro, al quale ha partecipato anche lo showman Vincenzo Olivieri, la preside dell’istituto Comprensivo Pescara 9 Elisa Giansante, il direttore Ict di Fater Domenico Di Francescantonio, il Ceo della società Digimetrica Di Bernardo e il Territory Business Manager Cisco Nicola Lanzolla.

I contenuti formativi si sviluppano in lezioni settimanali, e tra gli argomenti trattati troviamo l’uso delle risorse google, gli strumenti di e-learning quali i Mooc (massive open online courses) e i webinar (seminari tematici), ma anche come trovare supporti in rete per apprendere lingue straniere, come collaborare a distanza tramite Hangout, Skype e file condivisi e modificabili in Google drive, come sviluppare presentazioni con contenuti multimediali (ad esempio Prezi), il ricorso a mappe mentali, temi di sicurezza e molto altro ancora.

Fater offrirà supporto tecnologico in loco, il cloud sul quale risiederà il software e supporto tecnico a distanza.
I risultati raggiunti nell’ambito del progetto pilota 1st School Digital Marathon ideato e promosso da Fater spa, oltre ad essere posti all’attenzione dell’ufficio scolastico regionale per favorire il coinvolgimento di altre scuole, saranno protagonisti di uno special event finale in giugno alla presenza di studenti, docenti, media e istituzioni.