Ultimo aggiornamento martedì 15 Ott 2019 20:42
Search

Sequestrati 1,8 milioni di euro di quote societarie di aziende alimentari del Pescarese

Quote societarie per un valore di circa 1,8 milioni di euro sequestrate dalla guardia di finanza in provincia di Pescara: questo il bilancio dell’operazione condotta dai finanzieri del Comando Provinciale di Pescara, e che ha eseguito un decreto di sequestro preventivo del Gip del Tribunale di Pescara nei confronti di due società del Pescarese nel settore alimentare.

AGGIORNAMENTO: Le precisazioni sulla vicenda dello studio legale Albanese. Leggi QUI

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Le indagini sono state condotte dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara  e coordinate dalla Procura della Repubblica della città adriatica.
Nel corso di queste ultime sono stati esaminati numerosi documenti societari.

Stando a quanto emerso, alcuni soci (legati da vincolo di parentela) di un’azienda della provincia di Pescara, per proprio tornaconto personale, avrebbero effettuato diversi atti di disposizione dei beni societari (tra i quali cessioni di rami d’azienda e trasferimenti di denaro) in favore di altre due società collegate, e risultate riconducibili a loro stessi tramite familiari diretti.

Tali azioni, stando a quanto scoperto dalla guardia di finanza, secondo le stime effettuate, avrebbero provocato un danno di oltre 11 milioni di euro all’azienda capogruppo.
Alla luce di quanto emerso due persone sono stati indagati per il reato di “infedeltà patrimoniale”, per il quale sono previste pene come la reclusione fino a tre anni. Il provvedimento emesso dal Gip, con il sequestro delle quote societarie delle 2 aziende che, secondo le indagini, avrebbero beneficiato delle condotte dei due indagati, ha permesso di impedire il protrarsi delle conseguenze del reato.

Come specificato dalle fiamme gialle:

L’odierna attività conferma, ancora una volta, la concreta azione della Magistratura e della Guardia di Finanza per la salvaguardia e la tutela dell’economia legale a vantaggio degli imprenditori onesti.