Ultimo aggiornamento martedì 18 Giu 2019 17:34
Search

Piscina di Francavilla al Mare, il tribunale deciderà chi dovrà gestirla

Non è stata ancora posta la parola fine riguardo alla gestione della piscina comunale di Francavilla al Mare. Dopo il caos dello scorso mese con l’impianto rimasto prima chiuso la settimana di Ferragosto per interventi di manutenzione e poi non riaperto come previsto il 21 agosto dopo che la Progetto Sport, che si aggiudicò il bando comunale per la gestione, ha deciso di cambiare le serrature delle porte di ingresso, facendo fuori la Sport e Fitness, società creata dalla stessa Progetto Sport per affittarle la struttura.

Dal 21 al 24 agosto c’è stata una situazione di impasse con utenti e lavoratori costretti a rimanere fuori dall’impianto con anche l’intervento di sindaco e carabinieri, poi la riapertura con la gestione ripresa in mano dalla Progetto Sport che avrebbe creato una società in house, la Progetto Sport Nuoto, motivando l’atto di forza con il mancato pagamento di 3 mensilità del canone di affitto. Solo l’altro ieri, la Progetto Sport ha anche annunciato un Open Day per i primi ottobre con nuovi corsi e servizi e dichiarato come tutto sia tornato alla normalità.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Ma la Sport e Fitness ha fatto ricorso ai giudici aprendo così un contenzioso e sarà la sezione distaccata del tribunale di Ortona, giovedì 21 settembre, a decidere chi sarà legittimato a occuparsi della gestione della piscina comunale di Francavilla al Mare tra le 2 società.ù

Questa la posizione della Sport e Fitness:

«Negli anni passati, spiegano i responsabili della Sport e Fitness, c’era un tacito accordo tra noi e la Progetto Sport e visto il calo delle presenze dei mesi estivi si privilegiava prima il pagamento dei dipendenti e delle utenze e poi da settembre a fine anno si saldava il pregresso dei mesi precedenti. Questa volta invece abbiamo subito una prova di forza e siamo convinti che il tribunale ci darà ragione legittimando la nostra posizione e facendoci rientrare nella piscina e proseguire così la gestione. Ci dispiace immensamente per l’increscioso episodio e per tutto quello che è successo, possiamo assicurare che stiamo facendo tutto il possibile per ristabilire la normalità. Siamo sicuri che a breve la situazione sarà più chiara e il centro sportivo potrà riprendere tutte le sue normali funzioni».