Ultimo aggiornamento sabato 24 Ago 2019 09:44
Search

Guardia di finanza dona capi abbigliamento sequestrati alla Caritas di Pescara

Cenitnaia di vestiti e capi di abbigliamento sequestrati donati dalla guardia di finanza alla Caritas di Pescara: questa l’azione compiuta dalle fiamme gialle in favore dei più bisognosi.
La guardia di finanza ha infatti donato alla Caritas Pescara-Penne 350 capi di abbigliamento sequestrati durante le operazioni condotte per contrastare il commercio illegare di merce contraffatta.

Tutta la merce è stata consegnata dai militari alla sede dell’arcidiocesi al vescovo Tommaso Valentinetti e al direttore della Caritas don Marco Pagniello.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

I vestiti sono stati sottratti al mercato illegale nel corso di diverse operazioni condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara.
L’autorità giudiziaria ha poi confiscato i beni (dopo aver appurato la contraffazione delle griffe), e poi raccolto e condiviso l’idea della utilità sociale dell’iniziativa. In tal modo è stata autorizzata la devoluzione in beneficenza dei capi di abbigliamento, per l’utilizzo solidale da parte della Caritas.

Giubbotti, pantaloni e maglie (dopo l’accurata rimozione dei segni e dei marchi distintivi dei prodotti imitati) verranno pertanto distribuiti a persone indigenti per proteggersi dalla rigidità e dalle intemperie climatiche della stagione invernale.
Ecco, a tal proposito, il commento di don Marco Pagniello sulla donazione:

“Ringraziamo il comando della Guardia di Finanza con cui abbiamo una collaborazione ormai consolidata. Donazioni come quella effettuata oggi offrono l’occasione di trasformare in un frutto di bene, per le persone che vivono situazioni di disagio economico e sociale, quello che era un prodotto di attività illecite e che sarebbe andato distrutto. A fronte dell’aumento della povertà non possiamo permetterci il lusso di sprecare le cose ed è fondamentale lavorare uniti per il bene delle persone”.

Questo quanto specificato dalla guardia di finanza sull’iniziativa appena descritta:

L’iniziativa è l’espressione del costante impegno del Corpo a favore della collettività per la quale trovano spazio anche iniziative benefiche volte ad assicurare la vicinanza del Corpo ai più bisognosi e a dare concreta evidenza dell’utilità – anche sociale, a vantaggio di tutti – dei risultati della lotta contro ogni forma di illecito e criminalità, a dimostrazione che, in definitiva, l’affermazione della legalità conviene a tutti.