Ultimo aggiornamento domenica 22 Apr 2018 18:28
Search

Stalking a Pescara: sputa, minaccia e picchia la ex e danneggia l’auto del nuovo compagno

Minacce, aggressioni e percosse ai danni della ex fidanzata e del suo nuovo compagno: queste le azioni delle quali si sarebbe reso protagonista un uomo a Pescara.
L’episodio di stalking avrebbe avuto come protagonista un 48enne pescarese, nei confronti del quale è stata emessa la misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, eseguita dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Pescara.

Il provvedimento è stato disposto dal Gip Antonella Di Carlo, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica, Rosangela Di Stefano in seguito alle indagini partite successivamente alla querela presentata dalla vittima, una donna di 49 anni residente in città, sulle presunte vessazioni subite dalla stessa.
La donna si sarebbe rivolta in Questura per denunciare le persecuzioni subite da parte del 48enne, con il quale aveva avuto in passato una relazione sentimentale, negli ultimi mesi.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’uomo, al fine di riallacciare il rapporto, avrebbe perseguitato la ex con continue telefonate e messaggi sia di giorni che di notte, e presentandosi anche sotto l’abitazione della vittima.
Intorno alla metà dello scorso mese di agosto il 48enne avrebbe seguito la vittima mentre rientrava a casa e, dopo averla raggiunta le avrebbe sputato addosso prima di colpirla con schiaffi e calci.

A causa dell’aggressione la donna sarebbe stata medicata in ospedale ricevendo una prognosi di 15 giorni.
A distanza di pochi giorni dall’episodio, nel cuore della notte, l’uomo sarebbe stato sorpreso dal nuovo compagno della donna mentre posizionava sul parabrezza di un’auto parcheggiata sotto l’abitazione della vittima un biglietto contenente delle minacce.

Il nuovo compagno sarebbe sceso in strada per chiedere spiegazioni, subendo dallo stalker delle minacce con un martello.
Quest’ultimo sarebbe stato poi utilizzato dal 48enne per danneggiare l’auto del nuovo compagno della sua ex.

Intimidazioni e altri episodi sarebbero poi proseguiti ai danni della donna anche nei giorni successivi, come emerso dalle indagini della polizia, fino al provvedimento restrittivo appena eseguito.
Al momento l’uomo risulta indagato per atti persecutori, oltre che per le lesioni provocate alla donne e per le minacce e il danneggiamento della vettura nei confronti del nuovo compagno della vittima.