Ultimo aggiornamento venerdì 24 Nov 2017 14:44
Search

Mare Pescara, divieto di balneazione nel tratto antistante la rotonda della Riviera Nord

Non ha pace l’estate di Pescara in relazione alla qualità dell’acqua del mare visto che una nuova ordinanza firmata dal sindaco Marco Alessandrini istituisce il divieto di balneazione temporaneo nella zona antistante la rotonda di viale Riviera Nord nell’area al confine con Montesilvano.

Questa mattina, mercoledì 13 luglio, l’Arta ha comunicato al Comune la non conformità dei risultati delle analisi eseguite in quel punto di campionamento dove il livello degli enterococchi è pari a 5 (dunque conforme visto che il limite è 100) mentre gli escherichia coli sono schizzati a 2.500 con un limite stabilito dalla legge di 500, quindi oltre 4 volte superiore.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Buone notizie invece per i punti di campionamento di via Galilei e Balilla, per i quali a seguito di due analisi consecutive con esito di conformità è ora possibile richiedere alla Regione la revoca del divieto di balneazione.

Il Comune, dopo aver emesso l’ordinanza numero 117 e avvisato del divieto di balneazione con una notifica i 7 stabilimenti interessati, sta controllando la situazione al confine con Montesilvano.

«Il dato negativo è assolutamente inatteso», spiega il vice sindaco e assessore al Demanio Enzo Del Vecchio, «perché si riferisce a un punto di campionamento che ha fatto sempre registrare acque di balneazione ottima, con livelli di batteri prossimi allo zero, tanto che l’area è classificata come eccellente. È di tutta evidenza che l’anomalia è da ricercare, come stiamo facendo, in qualche interferenza in quell’area, lì sfocia Fosso Mazzocco e per questo siamo in contatto con il Comune di Montesilvano, territorio su cui il canale ricade, per organizzare verifiche puntuali a beneficio di entrambi i Comuni e delle rispettive acque di balneazione. Comunque l’Arta, già nella giornata odierna ci ha comunicato che ha provveduto a ripetere le analisi che saranno note entro le prossime 48 ore».