Ultimo aggiornamento martedì 26 Mar 2019 20:28
Search

Doppio furto in due supermercati in centro in pochi minuti a Pescara

Due furti sono stati commessi in pochi minuti ai danni di altrettanti supermercati in centro a Pescara ieri, martedì 7 novembre.
I due colpi sono stati messi a segno nel pomeriggio in due esercizi commerciali situati, rispettivamente, in via Nicola Fabrizi e in via Gobetti.
Per i due episodi è stata arrestata F.C., 40enne pescarese già nota alle autorità, la quale avrebbe commesso il secondo furto dopo essere stata appena denunciata per il primo colpo in via Fabrizi.

Tutto ha avuto inizio quando gli agenti Squadra Volante della polizia sono intervenuti in via Gobetti in seguito alla segnalazione di un furto in atto in un supermercato.
I poliziotti giunti sul posto hanno visionato i video delle telecamere presenti, riconoscendo la donna che, pochi minuti prima, aveva compiuto un furto in un altro supermercato nella vicina via Nicola Fabrizi (furto per il quale era appena stata denunciata in stato di libertà).

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Dopo aver messo a segno il secondo colo, prelevando merce per un valore superiore a 150 euro e nascondendola in una bora scura, la donna si sarebbe data alla fuga a bordo di un’auto alla guida della quale vi era un uomo.
Gli agenti avrebbero pertanto immediatamente avviato le ricerche dei fuggitivi.

Giunti nei pressi di uno stabile abbandonato in via Tavo, i poliziotti avrebbero notato l’auto in sosta in un parcheggio.
Alla vista degli agenti un pescarese di 36 anni si sarebbe allontanato dall’auto dirigendosi verso il Ferro di Cavalo.

All’interno, seduta sul sedile passeggero, vi era invece la 40enne la quale, in seguito a una perquisizione, sarebbe stata trovata in possesso di parte della merce appena rubata nel supermercato in via Gobetti.
L’uomo è stato invece raggiunto e bloccato dalla polizia e agli agenti avrebbe inizialmente dichiarato di trovarsi in quel posto per acquistare della droga per uso personale.

Gli accertamenti successivi avrebbero però permesso alla polizia di appurare la complicità del 36enne nel secondo furto commesso (l’uomo avrebbe condotto l’auto dopo il colpo).
Per tali motivi la donna di 40 anno è stata arrestata in flagranza di reato per furto aggravato, mentre il 36enne è stato denunciato in stato di libertà.