Ultimo aggiornamento martedì 15 Mag 2018 16:50
Search

Truffatore latitante scovato dalla polizia, deve scontare 10 condanne

Un arresto è stato eseguito dalla polizia in Francia. In manette è finito un esperto di truffe che ha agito per diversi anni (dal 2000 al 2008) in Abruzzo, Molise, Marche e Friuli Venezia Giulia.

Il malvivente, allo scopo di sfuggire a diverse condanne emesse a suo carico, si era nascosto a Parigi ed era dunque latitante. Ma nella mattinata di ieri, lunedì 12 febbraio, la gendarmeria francese, in collaborazione con il Servizio Interpol, il Servizio Centrale Operativo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e la Squadra Mobile della Questura di Pescara, ha arrestato S.C., 67enne nato a Montegiorgio, in provincia di Ascoli Piceno.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

I poliziotti hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso nel dicembre del 2017 dalla Procura della Repubblica di Pordenone. Il latitante dovrà ora scontare una pena di 6 anni e 2 mesi di reclusione.

Le condanne, 10 in totale, riguardano i reati di:

  • bancarotta fraudolenta;
  • truffa;
  • appropriazione indebita;
  • insolvenza fraudolenta;
  • violazione degli obblighi di assistenza familiare.

La Squadra Mobile pescarese, grazie a una complessa attività di indagine, fatta di pedinamenti di conoscenti e familiari del 67enne e di intercettazioni telefoniche, è riuscita, in collaborazione con la polizia francese, a individuare l’ubicazione del truffatore.

In seguito è stato emesso dal procuratore di Pordenone un mandato di arresto europeo, provvedimento necessario per poter procedere alla cattura anche in altro Paese aderente all’Unione Europea e richiedere di conseguenza l’estradizione in Italia.

L’uomo è stato così tratto in arresto dentro a un appartamento in centro preso in  affitto (al locatore aveva detto di essere un giornalista mostrando anche una falsa dichiarazione dei redditi da 175mila euro, ma non pagando alcun canone).
L’estradizione In Italia è prevista nei prossimi e qui sconterà la sua condanna.