Ultimo aggiornamento martedì 26 Mar 2019 20:28
Search

Incidente Montesilvano, modifica dinamica ma viene “scoperto” da telecamere e sanzionato da vigili

Avrebbe modificato la dinamica dell’incidente avvenuto in via Vestina a Montesilvano, spostando auto e vetri rotti: questa la scoperta fatta dai vigili grazie all’ausilio dei video delle telecamere di sorveglianza presenti in zona, e che ha portato a una doppia sanzione per un automobilista.

Protagonista della vicenda un 59enne del Pescarese, per il quale i vigili hanno fatto scattare una duplice sanzione, sia per aver effettuato un sorpasso in prossimità di un incrocio che per avere modificato lo stato dei luoghi dell’incidente.

Inserisci il tuo codice AdSense qui

L’episodio in questione è avvenuto qualche giorno fa nel territorio di Montesilvano, e più precisamente in via Vestina nei pressi dell’incrocio don via Salieri.
Stando alle nuove ricostruzioni degli agenti l’uomo, nel tentativo di effettuare un sorpasso in via Vestina all’altezza dell’incrocio, si sarebbe scontrato con un’auto impegnata in una inversione di marcia.

Stando a quanto scoperto dai vigili, l’uomo, dopo aver allertato la polizia locale, avrebbe modificato lo stato dei luoghi dell’incidente, spostando la sua auto e anche alcuni vetri rotti nell’impatto, chiedendo anche l’intervento del 118.
A fornire i dettagli di quanto avvenuto e delle scoperte fatte dai vigili, l’assessore alla polizia locale del Comune di Montesilvano, Valter Cozzi:

«I nostri vigili con grande attenzione hanno notato alcune discrepanze nella dinamica ricostruita dall’uomo. Hanno pensato quindi di acquisire i filmati registrati dalle telecamere di video sorveglianza del posto attraverso cui hanno ricostruito la effettiva dinamica dell’incidente e accertato tutti i movimenti fatti dall’automobilista sia per modificare la posizione della sua macchina che addirittura dei vetri rotti.

In questo caso la presenza delle videocamere di sorveglianza è stata particolarmente utile. Ovviamente rivolgo un plauso a i nostri vigili che hanno voluto accertare fino in fondo quanto accaduto, mettendo in luce la malafede del conducente coinvolto nell’incidente che ha letteralmente inscenato tutt’altra dinamica».