Ultimo aggiornamento martedì 20 Ago 2019 10:03
Search

Ubriachi alla guida, 10 patenti ritirate in una notte e 4 denunciati

Guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, 10 patenti ritirate in una sola notte e 4 denunciati: questo il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia stradale di Chieti e Lanciano e dai colleghi della Sottosezione di Vasto sud.

Il comandante Fabio Polichetti, nel primo weekend di agosto, rafforzato i controlli con 5 pattuglie schierate sulla trafficata “costa dei trabocchi” tra San Vito, Fossacesia e Vasto, oltre agli agenti in azione sul tratto dell’autostrada A14 Ortona-Vasto (tratto nel quale si è verificato un incidente proprio la scorsa notte, leggi i dettagli QUI).

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Durante l’attività, con le operazioni eseguite in tre posti di controllo sulle principali arterie e in particolare sulla SS 16, sono stati controllati circa 130 automobilisti.
Immediatamente, sul posto, sono state ritirate 10 patenti ad altrettanti autimobilisti risultati positivi alla prova con l’etilometro.

Per 4 di loro è inoltre scattata la denuncia penale all’autorità giudiziaria in quanto trovati con un tasso alcolico superiore a 0,80 g/l.
Tra le persone fermate, a Fossacesia a un 28enne è stato riscontrato un tasso alcolemico di oltre 1.50 g/l (ben 3 volte superiore rispetto al limite).

Il giovane, che come spiegato dagli agenti “presentava chiari sintomi dello stato di ebbrezza: riflessi fortemente rallentati e occhi lucidi”, si sarebbe giustificato dicendo di aver bevuto solamente qualche bicchiere di vino a una festa.
Il 28enne andrà incontro a pesanti sanzioni, tra le quali la sospensione della patente per oltre un anno, e la denuncia penale all’autorità giudiziaria.

Conseguenze simili anche per un 26enne del Vastese, risultato positivo sia all’alcoltest che al drug test per cocaina.
Dalla polizia fanno sapere che controlli ancora più serrati verranno eseguiti nei prossimi fine settimana, al fine di di garantire livelli più elevati di sicurezza stradale.