Ultimo aggiornamento venerdì 24 Mag 2019 12:07
Search

Furti auto e vendita pezzi ricambio rubati, a Montesilvano la “base operativa”

A Montesilvano una vera e propria “base” operativa collegata ai furti di auto tra Abruzzo e Marche e alla vendita di pezzi di ricambio rubati: questa la scoperta fatta dai carabinieri della Compagnia di Pescara e dai colleghi di Fermo, e che risulta collegata al furto di auto avvenuto domenica scorsa, in zona stadio, durante la partita di Serie A Pescara-Milan.

ricambi auto rubate montesilvano

Inserisci il tuo codice AdSense qui

Nello specifico i militari, nel corso di un’indagine per smantellare un sodalizio criminale che si occupava di furti di auto sulla costa tra Abruzzo e Marche, hanno individuato una “base operativa” a Montesilvano.
Nella città adriatica è stato infatti scoperto un capannone utilizzato da G.C., 42enne originario di Foggia, uno dei due arrestati per aver rubato una Golf in viale Pindaro domenica scorsa.

L’uomo, all’interno della struttura, secondo quanto scoperto dai carabinieri, esercitava, in maniera totalmente abusiva, attività di carrozziere e autoricambista.
Il tutto, “cannibalizzando” le auto rubate e rivendendo i relativi pezzi come “ricambi”.

Nella mattinata di ieri, lunedì 3 aprile, i militari (coadiuvati anche dai carabinieri Forestali del Gruppo di Pescara) nel capannone di Montesilvano hanno scoperto una gran quantità di materiale risultato oggetto di furti:

  • parafanghi,
  • portiere,
  • cofani,
  • parti meccaniche,
  • parti elettroniche (centraline modificate usate per rubare le auto),
  • gomme,
  • cerchioni,
  • blocchi motori interi,
  • un ponte sollevatore.

L’ingente quantitativo di materiale è stato posto sotto sequestro penale, ed è in corso l’esatta quantificazione e il relativo inventario.
Oltre a ciò, sono state elevate multe per esercizio abusivo dell’attività economica e per violazioni in materia ambientale.